• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Rave a Diso: una piccola località e un grande, deleterio raduno

Di ezio (---.---.---.77) 17 agosto 2009 14:28

A me risultano molti eventi musicali nei boschi...gestiti da associazioni...culturali.che chiedono il permesso alle comunità montane, quindi nel rispetto della legge,.pieni di giovani..e non succede niente..nel pieno rispetto della natura!!..Non avendo mai partecipato a un "rave" vero e proprio...mi chiedo quale sia la differenza...solo la "clandestinità" del fatto?? o la musica techno ininterrotta??..

ovviamente ognuno è libero di fare quello che vuole di sè e del proprio corpo..ma cosa c’entra il consumo personalissimo di stupefacenti...con la clandestinità dei rave??..i giovani muoiono anche in discoteche legalissime!!


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.