• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Il Presidente Chiodi a L’Aquila: "devo ammettere il fallimento del piano C.A.S.E."

Di angelo ludovici (---.---.---.246) 27 agosto 2009 10:00

 

Il segretario regionale Filca-Cisl, Pietro Di Natale, con una presa di posizione pubblicata sul Capoluogo del 25.08.2009 ha evidenziato i ritardi dell’INPS nel pagamento dei contributi di Cassa Integrazione e del sussidio di 800 euro mensili agli intestatari di Partita IVA a seguito del sisma.

La Giunta regionale sempre in data odierna ha annunciato di aver costituita una task force per gestire il cosiddetto “Patto di fiducia”, al quale hanno aderito anche le organizzazioni sindacali e padronali.

L’amico Luigi Fabiani sottolinea come nulla si sia fatto dal 6 aprile ad oggi nella zona colpita dal sisma ed elenca una serie di proposte.

Un quadro di insieme che evidenzia come la Giunta regionale sia inappropriata a gestire questa fase del dopo terremoto ed all’interno di una crisi economica e sociale che non è affatto superata. Infatti mentre la Regione finanzia con altri 9,3 milioni di euri il Centro Smistamento Merci, un’opera non incompiuta ma inutilizzata da anni, per il resto dell’Abruzzo siamo ancora alla fase dello studio.

Non capisco come le organizzazioni sindacali abbiano potuto accettare questa trappola, quando la crisi incombe e, mi chiedo su quale base programmatica e progettuale i loro tecnici delegati parteciperanno alla suddetta task force?

Il coordinatore della task force, prof. Michel Martone, consulente della Giunta Regionale, costruisce il suo modello economico-sociale soprattutto sulla riduzione del costo del lavoro. Ora se le premesse sono queste e che sono in linea con le posizioni governative a livello nazionale, non penso sia il momento del confronto o dello studio, ma di elaborare una piattaforma rivendicativa che metta la Giunta Regionale dinanzi alle sue responsabilità.

Quello che si chiede è che la Giunta Regionale si esprima su alcune linee di fondo: quali sono le risorse che mette a disposizione dell’intero sistema delle imprese, dei lavoratori e delle famiglie per fronteggiare l’attuale situazione economica.

E’ possibile attivare un complesso di interventi che va dagli aiuti alle famiglie, alle garanzie al credito , dalle opere pubbliche e infrastrutturali, al sostegno alle imprese in crisi! E’ possibile creare un fondo di garanzia presso la FIRA (se esiste ancora) per sostenere l’accesso al credito a breve e il consolidamento finanziario delle imprese regionali di tutti i settori; è possibile attivare misure di sostegno dei cassaintegrati per la sospensione di un anno del pagamento delle tariffe e dei tributi locali e per la sospensione delle rate dei mutui; è possibile attivare il Fondo Europeo di adeguamento alla globalizzazione; è possibile rafforzare il Fondo per la non autosufficienza, incrementare il fondo per le politiche sociali, per il diritto allo studio, contenere le tariffe per il trasporto pubblico e per l’accesso alle abitazioni in locazione.

E poi, speriamo che la Giunta Chiodi superi quella di Del Turco: quali sono le misure che intende adottare per stare al passo dell’innovazione tecnologica, perchè questa è la chiave affinchè l’Abruzzo mantenga i primati tecnologici e industriali avuti negli ultimi anni.


 

L’Aquila, 25 agosto 2009
Il Segretario Provinciale PdCI
Angelo Ludovici


 


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.