• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

3 milioni i malati di cancro

Di Giorgio Zintu (---.---.---.232) 22 maggio 2016 17:27
Giorgio Zintu

Credo ai dati ma l’analisi porta a concludere che il cancro sembra sia un problema legato alla ricerca di nuovi farmaci (se e quando si troveranno), alla loro disponibilità per i pazienti ma i soldi non si sa dove si trovino, etc. Cosa succede nel momento in cui i malati di cancro aumenteranno? Poco se non ci sono soldi e strutture disponibili e la cosa pare probabile. Ma non c’è una strada da perseguire subito? Bisogna, come si dice, cambiare paradigma. Occorre mettere al centro i principi di precauzione a 360 gradi. Se consideriamo che gran parte dei tumori derivano dall’ambiente, dall’inquinamento crescente di terra acqua e mare, non è su questo che dovremmo agire per limitare i danni? Non esiste una cura miracolo per il cancro che salvi tutti e tutto in tempo utile. Esiste un modello comportamentale razionale che va studiato e applicato. Ma serve alle grandi corporation? Serve alla politica se la politica segue le corporation e i loro interessi?


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.