• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Capitale nel XXI secolo: esce per Bompiani il bestseller mondiale di Piketty

Di francesco latteri (---.---.---.121) 11 settembre 2014 20:13
francesco latteri

Grazie del commento ed anche del "tutti dovrebbero leggere questo articolo", per il resto debbo però distanziarmi perchè travalica l’analisi economica e volge decisamente a interpretazioni ideologiche da cui mi distanzio. A comnciare da Smith - oggi visto come modello del libero mercato - l’obbiettivo di tutti gl’autori citati era quello di analizzare i rapporti economici (ovvero politici) al fine di cogliere i meccanismi propri dell’economia per realizzare una società più giusta ed equa. Tutti i citati - compreso e soprattutto e meglio di altri il da lei tanto vituperato Marx (ma mi consenta se lo rileggesse specie "Il Capitale" e ne vale la pena, lo separerebbe dal capitalismo di Stato che è stato realizzato in suo nome) - hanno fatto un eccellente lavoro di disamina, obbiettivo, basato sui dati reali (sia Smith che Marx si riferirono a quelli ufficiali sull’economia inglese) e abbastanza scevro da preconcezioni. Il problema è stato che - scoperta la ferocia inumana del capitalismo veda i morti fatti dal capitalismo manchesteriano e le condizioni da lager in cui erano tenuti i lavoratori dell’Inghilterra (e non solo) di allora - non si è stati capaci di additarne l’uscita per entrare in un mondo veramente nuovo ed umano. E qui c’è - come specificato nell’articolo - sì la preconcezione, l’ideologia e l’utopia: bastava laissez faire e la mano invisibile avrebbe aggiustato tutto, o inevitabilmente gl’espropriati ed i ferocemente oppressi si sarebbero ribellati (perché a questo il sistema conduceva) e tutto si sarebbe risolto. La Storia ha mostrato che così non è. Nessuno neanche le religioni cui lei fa riferimento sono riuscite a trovare un’alternativa economica... Non c’è riuscita neppure la scienza. E poi capitalismo privato, Manchester o Auschwitz che sia, o di Stato, i lager che si chiamino così oppure gulag, sono sempre carnai comunque.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.