• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

La morte della giustizia

Di Giuseppe Sigismondi (---.---.---.180) 20 febbraio 2009 21:41

Che amarezza, e che senso di impotente disgusto.
Ho i brividi. Non so se scappare da questo paese in via di sottosviluppo, o cos’altro. La mia generazione (ho 38 anni) è stata cancellata per la più parte da qualsiasi possibilità di intervenire costruttivamente nel destino di sé stessa, parcheggiata in qualche call center o rimbecillita davanti ad uno schermo-scherno. Oppure tirata su a guisa di delfini dei senil-infantil-omuncoli che hanno conquistato il potere, e dei quali hanno assunto le stesse sazietà e le stesse bassezze. Non menziono le leggi razziali, quelle per cui i reati - quelli rimasti - si dividono a seconda dell’etnia che li commette: è un capitolo a parte, di cui l’Italia avrà tempo di vergognarsi in un prossimo futuro.
Gli ultimi anni stanno trasformando velocemente, come si voleva, un paese già quasi fallito in un paese di falliti, obnubilati dalla televisione e dal nero o bianco che è tale contro ogni evidenza perchè lo diventa per legge, per citare le parole qui sopra.
Condivido ogni sillaba delle quali, e soprattuto partecipo del sentire di Salvatore Borsellino. La giustizia e l’Italia sono agonizzanti. Sono un musicista, perciò Requiem. Ma rabbia e rassegnazione non vanno d’accordo. Vedremo quale prevarrà.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.