• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Italia in recessione. Le colpe di Monti

Di (---.---.---.42) 24 settembre 2012 20:01

Lotteria >

Nel Def di aprile Monti prevedeva per il Pil un -1,2% di calo nel 2012 ed un +0,5% di crescita nel 2013. Dopo appena 5 mesi (aggiornamento settembre) Monti prevede un -2,4% per il 2012 ed un -0,2% per il 2013. Le differenze sono di tutta evidenza.
Non per Monti che precisa che l’ulteriore calo del 2013 “sembra recessione”, ma è invece il risultato di un “percorso ascendente”.
Lo stesso si potrebbe dire anche del 2012 visto che il calo del primo semestre è pari ai 2/3 del consuntivo annuale. D’altra parte sappiamo che sarà un futuro governo ad elaborare il prossimo Def.
C’è di più.

Sempre ad aprile è stato detto che le misure adottate avrebbero contribuito a far crescere del 2,4% il Pil nel 2020. Ora si dice che le riforme avviate consentiranno un aumento del Pil del 4% nei prossimi 10 anni.

Abbiamo migliorato? Assunto per vero, stando ai dati della recessione in atto, rivedremo il Pil del 2010 solo a partire dal 2021.
La crisi non si supera con i numeri di una “lotteria” da Dossier Arroganza


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.