Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

Capitali scudati e lavoratori esodati

Di (---.---.---.10) 19 aprile 2012 10:59

 Se lo Stato si rimangiasse la parola data e, a fronte del “pentimento” e quindi della collaborazione del mafioso, anche assassino, non gli accordasse lo sconto di pena promesso, probabilmente incontrerebbe la riprovazione di gran parte della stampa e dell’opinione pubblica.

Perché? Perché il mancato rispetto del patto, anche con chi scioglie le persone nell’acido, disonora lo spergiuro.

Questa reazione non si è avuta in occasione della nuova tassazione sui capitali scudati (questione, peraltro, che non riguarda assolutamente lo scrivente).

Perché? A mio avviso a causa dell’invidia sociale che fa dell’evasore, magari ricco, una figura sociale più odiosa del mafioso (magari nient’affatto ricco).


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox

Pubblicità


Pubblicità


Pubblicità