• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

I limiti del capitalismo

Di Francesco Rossolini (---.---.---.185) 9 dicembre 2008 14:08
Francesco Rossolini

523000 persone hanno perso il posto di lavoro in USA nel solo mese di novembre.
Quasi tutti i grandi istituti di credito europei e statunitensi hanno intrapreso una politica di riduzione del personale di diverse migliaia di unità per Banca.
Il mercato dell’auto è in caduta libera.
Il valore medio degli immobili è crollato di 20 punti percentuali in pochi mesi. (In alcune zone degli USA è crollato di 80 punti percentuali)
L’Islanda è in Bancarotta
La crisi Greca partita dagli studenti è un chiaro segno di quanto sia difficile l’attuale situazione economica
Le Banche Italiane sono state rigide solo apparentemente dato che hanno dato vita alle società finanziarie che tutti conosciamo e che erogano prestiti fino a 70000 € sotto forma di credito al consumo con una leggerezza sconcertante. 

L’attuale crisi a mio avviso è più Grave della Crisi del ’29 e deve essere contrastata con maggiore decisione e coordinazione di quanto non si stia facendo.

Ritengo che sia possibile reagire con maggiore forza, coordinazione e rapidità. 



Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.