Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

L’Europa deve accogliere la Turchia per la pace, per il dialogo, per interesse

Di fabiobartoli (---.---.---.19) 10 gennaio 2011 09:07
fabiobartoli

Cara Alessandra ti ringrazio per la tua attenzione. Credo che la Turchia abbia fatto notevoli passi avanti sulla strada del rispetto dei diritti umani. E’ chiaro che non tutto il percorso è compiuto. Osservo soltanto che la richiesta del riconoscimento del genocidio armeno da parte della Turchia lascia qualche perplessità se a chiederla è un paese come la Francia che non mi risulta aver fatto autocritica nè per la sua politica colonialista (inclusa la vergogna della guerra d’Algeria) del passato nè per la sua antistorica presenza nei territori d’oltremare (I DOM/TOM Martinica, Guadalupa, Nuova Caledonia)

La Turchia deve certamente essere più convincente sul contenimento delle spinte fondamentaliste ma l’Europa deve fare attenzione a non escludere Ankara dal dialogo con una conseguente emarginazione che avrebbe conseguenze disastrose. Per quello che riguarda il rispetto dei diritti delle donne non bisogna dimenticare che la Turchia è un Paese moderno dove le donne votano da prima che in Italia e dove le opportunità riservate all’altra metà del cielo non sono davvero inferiori a quelle "concesse" alle donne nel nostro Paese. Ovviamente la Turchia è un Paese enorme con intere regioni che mantengono gravi ritardi rispetto alle grandi aree urbane delle sue metropoli. Non mi risulta che siano segnalati casi di mutilazioni genitali femminili. Se così fosse l’Europa deve impegnarsi ancora di più perchè queste efferatezze siano cancellate e per farlo abbiamo bisogno di mantenere scambi culturali sempre più sviluppati e rapporti economici convincenti

Un caro saluto

Fabio Bartoli


Lasciare un commento

Pour réagir, identifiez-vous avec votre login / mot de passe, en haut à droite de cette page

Si vous n'avez pas de login / mot de passe, vous devez vous inscrire ici.


FAIRE UN DON

Pubblicità


Pubblicità


Pubblicità