• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

I "nuovi" Stati Uniti d’America

Di Dave Deep (---.---.---.140) 4 dicembre 2008 11:00

Al di là del fatto che sono uno di quelli che pensa che con Obama non cambierà un fico secco ( prime prove: vedere chi ha messo per risolvere la crisi economica (gli stessi che l’hanno in qualche modo provocata) e chi ha messo come ministro della difesa (lo stesso che c’era con Bush, pazzesco)), cosa c’é in questo articolo di cosi’ entusiasmante?
Non mi pare possibile che in uno spazio come questo in cui dovrebbero esserci persone acculturate veramente, nonostante la Storia dimostri determinate cose, ci siano persone che veramente pensano che Obama possa fare chissà che cosa.
Ho bisogno di chiarimenti. E ricordatevi: fra cinque dieci anni voglio che tutte le persone che oggi sostengono Obama dicano "Avevamo sbagliato". Altrimenti non lamentatevi di Berlusconi e compagnia bella, di questo sistema infame che da voce a pochi. 
Dagli errori si dovrebbe imparare.
(non venitemi a parlare di arroganza per favore: é evidente che l’élite al potere é sempre quella, c’é un sistematico riciclo delle figure istituzionali, come qua anche là).


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.