Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

Se Travaglio sbaglia

Di Nicola Di Turi (---.---.---.2) 8 novembre 2010 15:11
Nicola Di Turi

...."Casomai, una volta tanto, le opposizioni volessero approfittare dell’ennesimo scandalo (non solo è un loro interesse, ma un preciso dovere), dovrebbero evitare dichiarazioni moralistiche sullo stile di vita, la concezione della donna, la volgarità e i gusti sessuali del premier (fatti suoi, di chi lo vota e frequenta). E inchiodarlo non al bunga bunga, ma agli aspetti pubblici della vicenda."...(TRAVAGLIO QUI http://www.ilfattoquotidiano.it/201...)

Allora ragazzi, non sono così ingenuo da credere che Travaglio possa arrivare a giustificare comportamenti privati di quel genere. Ma continuo a non capire perchè l’opposizione o i giornali dovrebbero evitare di puntare sullo stile di vita del Premier. Travaglio come potete leggere, scrive questo e lo sostiene anche nel penultimo Passaparola.

Io penso solo che accanto ad una battaglia dal punto di vista Penale, vada portata avanti una sana opera di riscoprimento dei valori morali che dovrebbe avere un politico.
Vi prego, non stiamo al gioco di chi aspetta solo una condanna di terzo grado per pronunciarsi su una persona, oppure dice che il politico è lo specchio di chi lo ha votato.
Non è vero questo.
Il politico deve essere un modello, le istituzioni sono più importanti di un singolo cittadino proprio perchè rappresentano tutti e chi le amministra deve essere più "importante" di un singolo elettore. A furia di persone a dir poco immorali che hanno tacciato gli altri di moralismo, potete tutti vedere in quale pantano siamo finiti. Non è necessario fare politica, se la si vuol fare si rispettino gli standard di decoro delle istituzioni. Altrimenti ti fai da parte.

Per finire, in rif. ad Alessandro T., spero che ciò che hai scritto sia solo il pensiero di Wilde.
Perchè altrimenti secondo te l’onestà intellettuale di criticare persone care o politici affini non esiste? Si può essere solo adulatori oppure ipocriti, se si dovesse credere ad una morale?
Tutti uguali, nessuno immorale?


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox

Pubblicità


Pubblicità


Pubblicità