• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Noi non siamo brigatisti da social network

Di Simone (---.---.---.115) 3 ottobre 2010 12:29

Ogni evento va giudicato, credo, per gli effetti che produce. Ho nutrito dubbi fin da subito su questa azione terrosistica. Ho letto il tuo articolo e me ne sono convinto ancora di più. Dove sta portando questo episodio? Se è vero quanto dici pare porti al coretto dei politicanti contro internet. Questo può rispondere a due esigenze del potere: 1) nell’immediato screditare i partiti/movimenti che maggiormente traggono la loro linfa vitale da internet (Grillo/Di Pietro). 2) screditare davanti all’opinione pubblica un mezzo sul quale loro non hanno il controllo. A questo pare debba servire la storiella di Belpietro.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.