• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Il nucleare a Presadiretta

Di (---.---.---.221) 20 settembre 2010 17:49

Lo studio è in tedesco, e purtroppo non conosco quella lingua; ma lo prendo per valido e non lo discuto sui suoi diretti risultati.

Mi pare però che possa essere giudicato (e confutato) come un risultato parziale (intendo: di parte), in quanto è l’universo di ricerca che è parziale. Cioè, solo le centrali nucleari.

Non è un mistero che anche, se non soprattutto, i campi elettromagnetici possono essere fonte di patologie, e tra queste la leucemia.

E allora, non sarebbe il caso di indagare sulla frequenza della leucemia infantile in prossimità anche delle altre centrali, alimentate a carbone, gas, biomasse (nome, questo, ben fuorviante, tra l’altro), o anche idroelettriche?

Potremmo scoprire l’incidenza relativa delle varie tecnologie produttive, e valutarne l’impatto comparato sulla salute umana, sapendo che, ahimé, ogni attività produttiva è fonte di inquinamento di vario genere, e quindi potenzialmente dannosa per l’ambiente e per noi che ci dobbiamo convivere.

Non vi pare che sarebbe un risultato più facilmente opponibile a quanti sostengono il contrario?


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.