• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > Votare in Afghanistan , con l’aiuto dell’Italia

Votare in Afghanistan , con l’aiuto dell’Italia

Sono stati 70.000 i militari a protezione delle elezioni in Afghanistan, e mi chiedo cosa sarebbe accaduto se non ci fossero stati, dato che sono al momento 50 i morti e oltre cento i feriti nel bilancio parziale di diversi attentati che hanno insanguinato le elezioni.

Preciso prima di altre notizie che in Afghanistan si indossa ancora il burqa, anche per andare a votare, ma non è obbligatorio.

Da Repubblica: "All’ingresso dell’ospedale di Emergency nel giorno del voto le barelle vanno e vengono, quasi senza sosta. Gli infermieri si affannano sui feriti di Kabul, il logista Marco Puntin avverte: “Ne stanno arrivando altri da Tagab e da Ghazni, prepariamoci”..."

Dicono che siano stati i talebani a prendere di mira i seggi elettorali con colpi di mortaio e attacchi suicidi a Kabul,Nangarhar, Kudduz, Ghor, Kunar e altre provincie.

Il ministro Elisabetta Trenta aveva annunciato in Parlamento che con le missioni militari all’estero si andava avanti nel senso della continuità: 100 uomini in meno sui 900 presenti e 138 mezzi militari italiani, stando alle ultime notizie datate 1° ottobre 2018.

A novembre 2017, Di Maio dichiarò: «Sull’intervento in Afghanistan siamo sempre stati chiari. Per noi quello è un intervento che per la spesa pubblica italiana è insostenibile» che dopo circa un anno, con mansioni diverse è diventato: «Il prima possibile ce ne andremo dall’Afghanistan».

Contropiano a maggio del 2018 riporta: "Quasi diciassette anni fa, l’Afghanistan veniva prima bombardato e poi invaso da migliaia di militari delle potenze della Nato a seguito degli Stati Uniti. Sono stati diciassette anni di guerra, e spesso di “guerra sporca”, ma i risultati confermano che è stata una guerra inutile. L’ultimo rapporto dello Special Inspector General for Afghanistan Reconstruction (Sigar) sostiene che i Talebani a fine gennaio 2018 erano presenti, con diversi livelli di forza militare, nel 44% dei distretti afghani, quasi la metà del paese e con una percentuale sostanzialmente immutata rispetto all’anno precedente.Il sito specializzato AnalisiDifesa.it, riferisce che secondo il SIGAR il governo di Kabul controlla o ha una influenza prevalente in 229 dei 407 distretti afghani (56,3%), mentre i talebani controllano o influenzano 59 distretti (14,5%) e sono presenti e combattono nei restanti 119 (29,2%)."

In compenso Adele Khodr, Rappresentante dell'UNICEF in Afghanistan comunica a luglio 2018: «Il matrimonio infantile è in lieve ma significativo calo in Afghanistan, e noi elogiamo gli sforzi incessanti del governo per ridurre questa pratica e il loro impegno per i diritti dei bambini»

Sempre l' l'UNICEF, a gennaio 2018 comunica che "sono 4.300 gli "spazi educativi comunitari" dell'Afghanistan. Grazie al sostegno dell'UNICEF, queste aule "fatte in casa" stanno aiutando circa 81.000 bambine e ragazze nell'apprendimento e, laddove possibile, a preparare gli esami di ammissione alla scuola formale."

Dieci anni fa, agosto 2008, quando ancora scrivevo cronaca estera per Megachip, riportavo "Afghanistan: 76 civili, tra cui 19 donne e 50 bambini sotto i 15 anni, uccisi da un bombardamento della coalizione Nato; si aggiungono 10 civili (un neonato, 4 bambini, 5 donne, di cui una incinta) ricoverati nell’ospedale di Emergency, nel sud Afghanistan, feriti dalle schegge dei razzi caduti sulla loro casa durante una festa di matrimonio. Frattini: "L’Italia conferma il suo impegno, la lotta al terrorismo ha ancora bisogno della comunità internazionale e "solidarietà" ai 3 militari italiani feriti in Afghanistan che "ci stanno facendo onore, stanno portando la bandiera italiana come bandiera di pace contro il terrorismo e l’instabilità".

C' è un video sottotitolato in italiano, che racconta "L`IMPEGNO DELL'ITALIA NELLA MISSIONE IN AFGHANISTAN" del Ministero della Difesa, girato nel giugno 2018: I commenti sono disabilitati per questo video.

Doriana Goracci

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità