• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Economia > Un sistema fiscale per uscire dal debito. Una proposta semplice

Un sistema fiscale per uscire dal debito. Una proposta semplice

 

Una tassazione decrescente sul reddito e sul patrimonio 
Il comportamento delle persone dipende solo in piccola parte da scelte
razionali. La quasi totalità delle scelte si basa sulla parte emotiva che
possiamo conoscere. E ancor di più su quella inconoscibile. Questo è vero
sopratutto per le vicende economico e finanziarie e sopratutto per i
componenti di organizzazioni man mano che ne aumenta la complessità e la
strutturazione. Individui, famiglie, imprese, pubblica amministrazione. 

Finchè i componenti di una comunità trarranno vantaggio dalla povertà e
dal debito, la comunità nell’insieme e i suoi singoli componenti
vedranno sempre crescere la propria povertà ed il proprio debito. Una
banca, un’assicurazione, guadagnano molto di più dal fallimento del
proprio debitore o assicurato, che dal rientro del suo debito o dalla


esecuzione di una polizza. Una banca, un’assicurazione, dunque, non consiglieranno mai soluzioni che non prevedono l’aumento del debito o l’aggravamento delle condizioni della persona (o entrambe). D’altra
parte, forzature o soluzioni surrettizie (dirette ad aggirare le volontà
consapevoli) potranno soltanto aggravare le dinamiche al debito ed aumentare conflittualità ed instabilità. 

Un aggiornamento per l’immediato, uno sviluppo per il futuro. 

Viceversa, un approccio pragmatico ed incondizionato può rendere facile e normale quello che altrimenti sembrerebbe impossibile:
- una tassazione che incentivi la produzione e la protezione di ricchezza;
- che garantisca allo Stato adeguato finanziamento;
- che renda conveniente il reimpiego costante della ricchezza prodotta. 

Una tassazione sul reddito, con percentuale decrescente per l’importo,
incentiverebbe alla produzione di ricchezza ed al continuo reimpiego della ricchezza prodotta. 
Applicata contemporaneamente ad una tassazione sul patrimonio in essere,
con percentuale decrescente per l’importo, incentiverebbe il gestore di
sistema (lo Stato in tutte le sue declinazioni) alla protezione del
patrimonio, dei fondamentali della sua genesi (le persone), e gli
garantirebbe adeguato finanziamento. In particolare, il gettito fiscale potrebbe facilmente aumentare dal 30 al 50% nell’immediato, con dinamiche crescenti nel corso del tempo. 

Ma sopratutto in tal modo lo Stato (gestore di sistema) in tutte le sue
declinazioni, le sue istituzioni, ritroverebbero spontaneamente motivazioni e senso della comunità, dell’accrescimento, della condivisione delle capacità e conoscenze, generando auto apprendimento e una free area in cui vivere del vantaggio dell’allineamento degli interessi anzichè del loro
conflitto. Con naturale propensione allo sviluppo, alla pace ed alla prosperità(Davide Battista, 22 Aprile 2018). 

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità