• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Tutto come previsto: la Casta salva le province

Tutto come previsto: la Casta salva le province

Niente, non cambierà niente. Salta – a meno di clamorosi miracoli – l’accorpamento delle province. Non s’ha da fare, dicono al Senato. Ormai la legislatura è finita, e il termine ultimo per convertire in legge il decreto scade il 6 gennaio. E con il Natale di mezzo, le possibilità che ai poltronari di Palazzo Madama venga un sussulto di dignità sono davvero poche. “Il governo ha fatto il possibile”, ha detto il ministro per la Pubblica Amministrazione, Filippo Patroni Griffi. Il problema è che ieri sera i senatori della Commissione Affari Costituzionali hanno deciso di mandare all’aria il provvedimento. All’unanimità. Sì, perché quando c’è da difendere poltrone, prebende, stipendi, rimborsi e cariche, vanno tutti d’accordo.

Sarà contento De Mita che (sì, è ancora vivo e vegeto) si era impegnato tantissimo – dicono i bene informati – per far naufragare il decreto. Il motivo? L’accorpamento indesiderato della sua Avellino con Benevento. E poi c’è Matteoli che deve difendere Prato e Pistoia, i leghisti che non vogliono perdere il potere locale che hanno governando molti di questi enti intermedi che si occupano del riscaldamento nelle scuole.

È l’Italia, è un problema culturale. In questo paese non si può fare nulla, lo scriviamo da anni e siamo sempre qui a ricordarlo. Di immobilismo, però, si può anche morire. Speriamo in un sussulto di dignità, prima che sia troppo tardi.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares