• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Se il Mein Kampf è tra di noi e l’Occidente lo sta accettando

Se il Mein Kampf è tra di noi e l’Occidente lo sta accettando

A quanto pare la nuova edizione del Mein Kampf ("La mia battaglia"), in Germania nel 2016 è risultato essere uno dei testi più venduti. Un testo che ancora reca timore, un testo che è stato letto da pochissime persone da quando è caduto il nazismo, ma i cui principi, nonostante la caduta del nazismo ed il bando di quel micidiale e malefico libro, scritto tra le altre cose in un modo molto banale, come d'altronde banale è il male più assoluto, sono ancora oggi presenti e dilagano sempre di più, senza esserne pienamente consapevoli. 

In quel testo si affermava che
 
"ogni volta che del sangue straniero è stato introdotto nel corpo della nostra nazione, il suo infelice effetto è stato quello di rompere il nostro carattere nazionale". Od ancora che "le frontiere aperte della Madrepatria, la vicinanza di corpi stranieri non tedeschi in prossimità delle nostre terre di confine, e soprattutto il costante afflusso di sangue straniero all'interno del Reich, non lasciano il tempo per una fusione totale, perché l'invasione continua senza sosta".
 
E tale contaminazione porterebbe, in base alle teorie naziste, come poi rigorosamente applicate, ad una sorta di "imbastardimento della nostra razza" e dunque poiché
 
"la nazionalità, o piuttosto la razza, non è una questione di lingua ma di sangue, sarebbe possibile parlare di Germanizzazione soltanto se il processo potesse alterare la natura del sangue della persona sottoposta ad esso. Questo è tuttavia impossibile. Dovrebbe avere luogo, quindi, mescolando il sangue, ma questo significherebbe abbassare il livello della razza superiore."
 
Ecco, tutti questi principi, pur non sapendolo, od ignorandolo, sono quelli che governano quelle politiche razziste, xenofobe che oggi trovano sempre più consenso, e spesso accompagnate dalla tipica premessa "non sono razzista ma". Perché si nascondono, si intrufolano, utilizzano gli strumenti che la democrazia offre anche a queste diaboliche soggettività.
Politiche ed idee che andrebbero chiamate con il loro nome, politiche ed idee di matrice nazista. Politiche che parlano di invasione di stranieri, di contaminazione della nostra cultura, che vogliono difendere le "nostre donne", che vogliono difendere la razza occidentale con la maschera delle tradizioni occidentali.
Chiusura dei confini, ritorno delle frontiere, voler muri, reticolati, nazionalismi, sfogare la propria frustrazione esistenziale nei confronti del più debole socialmente, lo straniero, sono tutti concetti che hanno animato il nazismo. Vi è poco da fare. Questa è la situazione odierna. I principi del nazismo sono nuovamente tra di noi e dilagano sempre di più. Ogni volta che nella storia si sono registrate crisi sociali ed economiche profonde, le soluzioni proposte dalle destre sono state sempre le stesse, quelle soluzioni che poi hanno condotto il mondo alla catastrofe totale che ha caratterizzato buona parte del '900.
Quelle soluzioni, che oggi ritornano, sono non un problema, ma il problema, ed è dovere storico della sinistra creare delle dighe culturali profonde, far comprendere che il problema non è lo straniero, e la soluzione il prima l'italiano, o l'americano o chiunque esso sia, che il problema non è il confine e l'Europa senza barriere, e la soluzione i muri e le frontiere, che il problema non è la mancanza di sovranità nazionale, e la soluzione il ritorno al nazionalismo. Se questa diga non verrà edificata in fretta, poichè oramai il marciume nazista o pseudonazista esiste ovunque, il fiume violento nero che conquista l'Occidente non verrà più fermato. Il Mein Kampf è tra di noi, non lo sappiamo, ma gran parte del mondo lo sta accettando perchè la pancia è più facile da usare rispetto alla testa, alla ragione, ai sentimenti.
 
Marco Barone

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità