• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Rom, sinti e solidali: 5000 a Roma contro il razzismo

Rom, sinti e solidali: 5000 a Roma contro il razzismo

JPEG - 377.7 Kb
Rom Sinti e Solidali in lotta contro il razzismo

Nel pomeriggio del 9 novembre 2019, a Roma, convocata davanti al Colosseo, si è svolta una manifestazione nazionale: “uniti e solidali contro il razzismo – aboliamo le leggi sicurezza”. Sono state 5.000 le persone che hanno dato vita una giornata piena di colore, passione, lotta, impegno, nonostante la pioggia, a tratti incessante, ed il vento.

Oltre 180 Associazioni, Organizzazioni, Partiti, Sindacati, Centri Sociali, Redazioni, che con famiglie, uomini, donne e bambini si sono dati appuntamento per affermare umanità, per essere speranza, in un mondo che vede popoli ed etnie schiacciati da guerre, razzismo, dittature, violenza, fame, carestie, frontiere chiuse, negazione della vita.

Un percorso iniziato dal Forum #Indivisibili e Solidali, esattamente un anno fa, quando il 10 novembre 2018, sempre a Roma, decine di migliaia di persone manifestarono pacificamente “contro razzismo, governo ed i decreti Salvini”. Stiamo costruendo una strada di “liberazione dal razzismo e dalla guerra” aperta a tutti i popoli del mondo.

JPEG - 401.4 Kb
Rom Sinti e Solidali in lotta contro il razzismo

Nella Capitale abbiamo dato vita ad una manifestazione aperta, inclusiva, pacifica, determinata per chiedere l'immediata abrogazione delle leggi sicurezza Minniti-Salvini-Di Maio e delle norme che criminalizzano l'opposizione sociale. Siamo contro gli sgomberi e vogliamo difendere gli spazi sociali e le abitazioni dove vivono gli ultimi, i più poveri.

Stiamo denunciando gli accordi internazionali di deportazione degli immigranti, l'esternalizzazione dei lager, i CPR, gli hotspot, il "Daspo urbano" ed ogni forma di detenzione amministrativa. Per questo vogliamo la regolarizzazione generalizzata e permanente degli immigranti senza permesso di soggiorno ed l'accoglienza per tutti. Chiediamo il diritto generalizzato alla residenza anagrafica ed il riconoscimento dei cambiamenti climatici prodotti dalle politiche di sfruttamento come causa di migrazione forzata.

Le leggi sicurezza in realtà andrebbero chiamate con il loro nome: “leggi razziali”. Si nega ad una parte dell'umanità la possibilità di vedere riconosciuta la propria semplice esistenza, condannando milioni di esseri umani ad essere vittime di schiavitù e di tratta.

Le “leggi razziali” varate dal Governo Salvini- Di Maio sono ad oggi, ancora sostenute dal nuovo Governo Zingaretti- Di Maio. Al Ministero dell'Interno, nelle Prefetture, Regioni e Comuni continuano ad essere raccolti i dati ordinati da Matteo Salvini sui “censimenti etnici delle abitazioni di Rom, Sinti e Caminanti”. E' dal 1938, data di stipula delle leggi della barbarie, volute da Benito Mussolini e firmate dal Re Vittorio Emanuele che questa minoranza etnica vive persecuzione, tentativi di annientamento ed autentico genocidio.

Abbiamo manifestato contro la violenza nei confronti delle donne, l'omofobia ed ogni tipo di discriminazione. Da Varsavia e Polonia è intervenuta Maria Zlocka, dello Student Antifascist Commitee, arrivata a Roma per sostenere la lotta internazionale contro il razzismo e costruire una strada di liberazione per tutti i popoli del mondo.

Abbiamo denunciamo le destre xenofobe e razziste che a livello internazionale attaccano le libertà di tutte e tutti. Siamo contro la criminalizzazione della solidarietà e delle ONG impegnate nei salvataggi, per immediato dissequestro delle navi umanitarie e per apertura dei porti.

JPEG - 303.4 Kb
Rom Sinti e Solidali in lotta contro il razzismo

Il Consiglio Nazionale Rom Sinti Caminanti ha chiesto al Forum #Indivisibili e Solidali di aderire, partecipare e costruire insieme, il prossimo 21 marzo 2020, delle manifestazioni internazionali contro razzismo e fascismo in tutto il mondo. E' questo l'appello lanciato da Londra, il 20 ottobre 2019, dalla Coalizione Mondiale #WORLDAGAINSTRACISM #M21 Vogliamo un mondo senza confini dove immigrati, rifugiati e tutti gli esseri umani possano essere accolti, un mondo che metta al centro la parola benvenuto, il cuore e l'amore per il prossimo. Nessuno escluso.

Il nostro impegno continuerà ogni giorno in tutte le città ed i comuni d'Italia. La nostra è una accusa ben precisa contro i Sindaci del Partito Democratico, della Lega e del Movimento 5 Stelle: “razzismo”. Queste barbarie devono finire. Siamo esseri umani ed abbiamo diritto di vivere.

ufficio stampa e comunicazione

Associazione Nazione Rom
nazione.rom@gmail.com

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità