• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Rom Giugliano in Procura contro il Sindaco: ora intervenga la protezione (...)

Rom Giugliano in Procura contro il Sindaco: ora intervenga la protezione civile

Associazione Nazione Rom (ANR) ha inviato una lettera con posta elettronica certificcata a Presidenza del Consiglio dei Ministri, Capo Dipartimento Protezione Civile dott. Angelo Borelli, Presidente della Repubblica, Ministero dell'Interno, Prefettura di Napoli, autorità regionali e locali, Commissione Europea, con il quale sono stati prodotti documenti provanti la truffa subita dalla comunità ROM di Giugliano.

JPEG - 10.1 Kb
ROM GIUGLIANO DENUNCIANO IN PROCURA SINDACO ANTONIO POZZIELLO: ORA INTERVENGA LA PROTEZIONE CIVILE

E' stato richiesto l'urgente ed immediato intervento di Protezione Civile, la sospensione degli sgomberi delle famiglie, la programmazione di percorsi inclusione sociale e la contestale trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Napoli. Il tutto all'indomani dell'incontro, presieduto dal Ministro dell'Interno Matteo Salvini, tenutosi nella Prefettura di Napoli.

JPEG - 13.8 Kb
ROM GIUGLIANO DENUNCIANO IN PROCURA SINDACO ANTONIO POZZIELLO: ORA INTERVENGA LA PROTEZIONE CIVILE

Il 10 maggio 2019, nel Comune di Giugliano (Na), 500 cittadini di etnia ROM, con centinaia di minori, presenti nel campo sito in Via Vicinale Viaticale, sono stati sgomberati dal Sindaco Antonio Pozziello, senza nessuna reale e concreta soluzione abitativa alternativa. Le 75 famiglie sgomberate, nelle ore successive si sono spostate nei comuni limitrofi, giungendo prima sotto un cavalcavia nel Comune di Villa Literno, luogo dal quale sono state allontanate. Successivamente, in accordo con la Questura, sono tornate a Giugliano, in Via Carrafiello, senza acqua, luce e servizi igienici.

 

Il 29 dicembre 2015, la Regione Campania, con delibera n. 868, aveva concesso al Comune di Giugliano (Na), un contributo straordinario per “progetto a favore delle comunità ROM”, per un totale di 915.418.29 euro, per la realizzazione di un “ecovillaggio”.

JPEG - 8 Kb
ROM GIUGLIANO DENUNCIANO IN PROCURA SINDACO ANTONIO POZZIELLO: ORA INTERVENGA LA PROTEZIONE CIVILE

Il 30 gennaio 2018, il Comune di Giugliano (Na), approvò la delibera n. 6, con la quale decise di rimodulare gli interventi previsti a favore delle comunità ROM, confermando di non voler più realizzare un “ecovillaggio” e di voler chiedere alla Regione Campania ed al Ministero dell'Interno “l'autorizzazione all'utilizzo delle risorse assegnate per l'integrazione sociale ed abitativa attraverso diverse progettualità secondo una logica di flessibilità e personalizzazione delle azioni”.

Il 21 marzo 2019, il Sindaco Antonio Pozziello, con una lettera indirizzata a Presidente della Regione Campania Vincenzo de Luca, Assessore Lucia Fortini, Ministero Interno e Prefetto di Napoli Carmela Pagano, chiese “autorizzazione all'utilizzo delle risorse assegnate dalla Regione Campania per l'integrazione sociale ed abitativa dei ROM al fine di adottare percorsi personalizzati di accompagnamento all'abitazione basati su strategie integrate per l'inserimento nella comunità locale”.

Il 29 marzo 2019, Fortunata Carigliano Coordinatore delle Politiche Sociali e Direttore Generale della Regione Campania autorizzò Antonio Pozziello con un “nulla osta” all'utilizzo delle risorse assegnate “per attivazione di percorsi personalizzati di accompagnamento all'abitazione basati su strategie integrate per l'inserimento nella comunità locale”.

Il 3 aprile 2019, il Comune di Giugliano, approvò la delibera n. 54, per avvio di “percorsi personalizzati di accompagnamento all'abitazione”. La cifra economica stanziata è stata di 150.000.00 euro, con 50.000.00 euro per inserimenti in strutture protette per minori. Dei restanti finanziamenti ricevuti, 715.418.29 euro, non è stata specificata nessuna destinazione d'uso.

La comunità ROM di Giugliano, nonostante il finanziamento di 915.418.29 euro concesso dalla Regione Campania al Sindaco Antonio Pozziello non ha beneficiato di nessun percorso personalizzato di accompagnamento ad abitazione, lavoro, scuola e protezione sanitaria: non solo, è stata brutalmente sgomberata e si trova in una condizione di gravissima emergenza sanitaria.

ufficio stampa e comunicazione

Associazione Nazione Rom

Lasciare un commento


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.



    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità