• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Riflessioni per una nuova politica dell’immigrazione

Riflessioni per una nuova politica dell’immigrazione

La prima è che il nostro Paese deve dotarsi di una legislazione per i rifugiati che sia slegata (come avviene in ogni Nazione europea) da quella sull'immigrazione.

La seconda è che sarebbe il caso che il l'Italia incominci ad avere una nuova azione di politica estera riprendendo, ad esempio, il progetto di una Unione del Mediterraneo che non si sostituisca all'Unione Europea ma anzi sia la sua integrazione. Una Organizzazione politica ed economica che veda partecipi le Nazioni europee che si affacciano sul mediterraneo ed i Paesi della pare meridionale in modo da permettere un vero dialogo tra le due sponde.

Tale organizzazione permetterebbe anche di affrontare in un modo collaborativo molte tematiche da quelle della Pace a quelle dell'immigrazione. Infatti, questo è un tema che non riguarda solamente le nazioni europee ma molte Nazioni del mediterraneo. A tal proposito basti ricordare i problemi a cui il Marocco deve far fronte dopo la crisi economica spagnola e che ha visto un incremento dell'immigrazione spagnola nel Paese del nord Africa.

La terza riflessione riguarda il tema spinoso della riforma della cittadinanza, che anche in questo caso andrebbe affrontata non in modo di contrapposizione, ma di condivisione dei differenti punti di vista. Infatti, prima di prendere una posizione sull'abolizione del principio dello “ius soli” sarebbe opportuno concentrarsi su quanto si può già fare a normativa vigente.

Prima di tutto assicurare che i cittadini europei residenti in Italia possano esercitare pienamente e non con assurde restrizioni burocratiche i loro diritti, come quello del voto ancora oggi legato alla formalità della richiesta; secondariamente che i tempi per l'ottenimento della cittadinanza siano certi per coloro che presentano la domanda o hanno presentato la domanda ai sensi di legge e che devo aspettare anni prima di vedere una risposta.

L'ultima osservazione è sull'atteggiamento generale del nostro Paese nei confronti di alcune Nazioni da cui provengono alcuni dei rifugiati.

 
Marco Baratto

Ass. Culturale Euromediterranea

Foto: Flickr

 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares