• venerdì 25 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Attualità > Politica > Pensioni dei parlamentari. Si sta risparmiando sulla Democrazia?
di Amerigo Rivieccio (sito) venerdì 21 ottobre 2011 - 2 commenti oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(2 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Pensioni dei parlamentari. Si sta risparmiando sulla Democrazia?

A furor di popolo si sono tagliati i vitalizi dei deputati. Si poteva fare di meglio.

Che sui risparmi si debba ragionare, che non si possa procedere a tagli indiscriminati operati con il falcetto dovrebbe essere norma di buon senso. Anche perché a volte capita che per risparmiare qualche soldo si distruggano dei pilastri della Democrazia.

Il caso dei deputati che potrebbero essere "sensibili" al raggiungimento della intera durata della legislatura perché sarebbe l’unico modo per maturare il vitalizio ne è un esempio lampante.

Poco meno di 250 deputati ed oltre 100 senatori potrebbero essere incatenati ai remi fino all’aprile del 2013, costi quel che costi, e governi chiunque purché li porti da oggi a fine mandato.

Naturalmente esistevano numerosissimi sistemi per evitare il crearsi di una situazione del genere. I deputati maturano con una intera legislatura un vitalizio pari al 20 per cento della indennità, si poteva, ad esempio, prevedere che il vitalizio fosse maturato nella misura dell’un per cento per ogni trimestre, arrivando quindi allo stesso 20 per cento nel caso di durata piena della legislatura.

La legislatura dura infatti 5 anni, pari a 20 trimestri. In questa maniera i deputati, oggi, avrebbero già maturato il diritto ad un vitalizio pari al 14 per cento della indennità e subirebbero molto meno le sirene di chi cerca di convincerli a tenere in vita questo governo per un altro anno e mezzo.

Ma a prescindere dalla soluzione scelta per affrancare i deputati e, incidentalmente, per rispettare il vincolo costituzionale che vieta il cosiddetto vincolo di mandato è l’approccio generale quello che è da rivedere.

I tagli fatti a furor di popolo, usando i sondaggi d’opinione e non il cervello sono destinati, spesso, troppo spesso, a creare questi mostri.

Meglio quindi sedersi un attimo e ragionare su ciò che si fa e su come lo si fa, prima di adottare soluzioni peggiori dei mali che si vorrebbero guarire.

Casa originale di questo articolo



di Amerigo Rivieccio (sito) venerdì 21 ottobre 2011 - 2 commenti oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(2 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione