• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Pedalando in bicicletta, la Calabria scopre una nuova forma di (...)

Pedalando in bicicletta, la Calabria scopre una nuova forma di turismo

Passeggiare in bicicletta, la domenica mattina e pedalata dopo pedalata riscoprire paesi della Calabria ignoti alla grande massa, è quanto di più interattivo ci possa essere, quando si è in vacanza. E’ la finalità dell’”Associazione Calabria Bici –Itinerario ciclo turistico calabrese,”che ha organizzato dal 3 al 6 settembre tappe ed itinerari che si snoccioleranno lungo sentieri e strade interne, a cominciare dall’Alto Marchesato crotonese, fino ad arrivare a toccare caratteristici luoghi del parco Nazionale delle Serre.

Lungo viali silenziosi, stradine mai percorse, si potrà vivere un’esperienza unica nel suo genere, che coniuga escursionismo in bici e turismo, per far conoscere agli appassionati di questo sport, borghi dove ancora è viva la cultura Arabreshe.

Un turismo, che coniuga le esigenze degli amanti della pedalata e l’opportunità di vivere il contatto diretto con una Natura incontaminata e selvaggia, fino ad attraversare piccoli paesi dell’entroterra, dove sostare e prendere un caffè. Lo sport diventa viaggio e i viaggi rappresentano la conoscenza di culture, legate alla gastronomia e alla Storia dei paesaggi vissuti interattivamente. Un Evento quello del cicloturismo, che prende le mosse dal fondatore del “Touring club ciclistico” Luigi Bertarelli, geografo e speleologo italiano. Si parla sempre più di turismo sostenibile e gli amanti della Natura e dello sport perseguono tale finalità che produce ricadute economiche, su una Regione che cerca in ogni modo di risollevarsi, oltre che di aprire le proprie finestre sull’Universo Mondo.

Ogni tappa è costituita da percorsi di 50- 60 Km praticabili, grazie ai paesi inseriti lungo i circuiti segnalati, non troppo distanti tra loro.Un nuovo modo ecosostenibile di fare turismo legato alla bellezza e alle emozioni, che pedalata dopo la pedalata ci fanno amare la natura tra frenate e discese, lontano dalla folle corsa di città sempre più simili a casbe. Il futuro nasce in sella ad una bici, puntando su quanto si possiede e promuovendo luoghi di cui si ignorava l’esistenza.

E’ per questo che l’associazione “Calabria in Bici “sta organizzando anche percorsi più circostanziati nel Parco delle Serre, una zona montuosa e collinare della Calabria che ricorda i denti di una sega, con uno uno dei patrimoni boschivi più belli d’Italia Natura e turismo per muoversi lungo le vallate delle Serre e percorrere i passi di S. Bruno che dalla lontana Germania arrivò in Calabria dando vita al monastero della Certosa uno dei posti della spiritualità calabrese da conoscere e vivere con rispetto Tutti in sella a pedalare per respirare aria pura e vivere una giornata all’insegna di emozioni sopite che si rinnovano a contatto con la bellezza dei paesaggi.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità