• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Pdl Lega: quadra o pantomima? La base chiede di sganciare gli ormeggi per (...)

Pdl Lega: quadra o pantomima? La base chiede di sganciare gli ormeggi per navigare liberi

MILANO – I malumori della Lega crescono. Non è più una questione di “quadra” ma una questione di reputazione che incarognisce la base del carroccio. La chiamata all'autonomia padana, non regge più, anzi fa ridere. La sempre più sfacciata dipendenza all'esigenza berlusconiana, vincola e svilisce qualsiasi azione leghista.

Da settimane il giornale La Padania ha cambiato umore nei confronti del premier. Lo dimostra la scelta di foto che raffigurano un p.d.c. dormiente mentre rappresenta lo Stato Italiano; è chiaro anche dai titoli espliciti che descrive un Berlusconi “servile” in politica internazionale.

Il momento critico di Galan


Da Roma il ministro Gian Carlo Galan oggi, piccona il suo partito e dichiara al Messaggero: "La Lega fa bene i suoi interessi, siamo noi che manchiamo di iniziativa”. Capire chi traina e chi è subalterno tra Pdl e Lega nord, è complicato; piuttosto si presentano situazioni che alternativamente ribaltano i ruoli. Puro opportunismo politico. Un braccio di ferro per la spartizione di potere che sia anche “salva faccia” davanti all'opinione pubblica.

Napoli respinge
Rapito, Il vicepresidente dei deputati O. Napoli replica: “diciamo che stiamo in Europa e vogliamo restarci a pieno titolo. Che non vogliamo dazi ma più liberalizzazioni. Che dobbiamo attirare investimenti e non possiamo fare le guerre a Lactis. Che gli immigrati ci servono e che ne serviranno ancora – azzardando che il Pdl - ha ceduto man mano troppo spazio alla Lega”.

Presa al volto di Rutelli
Da Treviso F. Rutelli, leader dell'Api, risponde alle dichiarazioni di G. Galan pubblicate nel Messaggero: “Galan poteva accorgersene prima – precisando che – la Lega ha il potere dappertutto e sembra sempre all'opposizione – e ironizza - invece è il partito che ha più potere di tutti. Ha conquistato consensi attraverso anche un notevole impegno sul territorio che va riconosciuto, ma in questi anni, ha fatto anche molte promesse non mantenute". Intanto oggi la Padania lancia un altra freccia verso il Cavaliere dedicando la prima pagina a Tremonti: “la lega e Tremonti rilanciano l'economia”. Come dire che se non prende in mano la situazione il Senatur e il conteso Tremonti, l'Italia finisce nella categoria terzo mondo.

Altro segnale importante è la smodata ingordigia che il Senatur dimostra nei confronti di poltrone bancarie, sanitarie e della pubblica amministrazione; che si può tradurre in: “posizioniamoci bene prima della dipartita”. Però nella riflessione… “Che tutta questa manfrina sia in onore delle amministrative?”

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

  • Di pv21 (---.---.---.96) 9 maggio 2011 20:10

    Pallottoliere >

    Qualunque decisione sarà presa in accordo con la Nato, afferma categorico La Russa. Una volta fissata la data avremo, d’accordo con i nostri Alleati, il “termine certo” entro cui tornare a “neutralizzare” i radar libici (senza lanciare 1 solo missile).

    Secondo il Ministro Turco in 3-4 giorni potrebbe cessare il ricorso alle bombe. Secondo quello Francese, meno ottimista, le operazioni militari dureranno altri 3-4 mesi.
    Frattini, da buon mediatore, valuta più realistica “l’ipotesi di 3-4 settimane”. Però, aggiunge, bisogna intensificare la “pressione militare” per poter far partire l’iniziativa politica.

    In concreto.
    Dal 28 aprile, da quando la Lega ha riaffermato il suo “bombe uguale più clandestini”, sono sbarcati a Lampedusa circa 5200 migranti libici. Con questo ritmo a fine maggio potremmo toccare la soglia di 18-20mila migranti spediti dal Rais. Un totale ben lontano, in ogni caso, da quei 50mila “profughi” più volte paventati da Maroni.

    Coincidenza vuole che tra 3-4 settimane si chiuda anche la nostra tornata elettorale.
    E’ tutto più chiaro?
    A buon intenditor (Lega) poche parole. Così direbbe un autore da teatrino di Pantomima e Rimpiattino

  • Di paolo (---.---.---.56) 10 maggio 2011 09:07

    Durante la notte , sembra che Bossi abbia rilasciato una dichiarazione in cui sottolinea che il vero "padrone del paese " è lui e non Berlusconi .

    Personalmente non avevo dubbi che cosi’ fosse , essendo la Lega il ricattatore "ufficiale " di Silvio . Ma le orde Scilipotiane stanno minando questa posizione di rendita e i malumori interni di una parte dei leghisti stanno mettendo in crisi il partito più vecchio dello schieramento politico .
    Alle prossime amministrative sapremo la verità . Mi sbilancio dicendo che prevedo un sensibile arretramento della Lega , un risultato migliore delle previsioni per FLI , un arretramento del PDL , un leggero aumento del PD , stabile Di Pietro . La mappa amministrativa d’Italia verrà quindi ridisegnata e se è vero che Silvio attribuisce a queste elezioni la valenza di un voto politico ,dovrebbe trarne le dovute conseguenze . Invece non lo farà . E non lo farà neppure Bossi . Puoi definirla pantomima o tragica farsa , la sostanza è questa.
    ciao

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares