Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Tempo Libero > Moda e tendenze > ModaVox: DORO Design, i fantastici 4 della creatività smart torinese

ModaVox: DORO Design, i fantastici 4 della creatività smart torinese

DORO Design è uno studio creato da 4 ragazzi laureati all’IED, un sogno partito da una stanza che si muove fra progetti internazionali, cool hunting, e la promozione di giovani creativi. DORO è SMART e noi vi spieghiamo come.

 

Quattro amici e uno studio di design, i ragazzi della DORO hanno dai 24 ai 26 anni e uno spazio lavorativo creato ad hoc per sviluppare le proprie competenze al servizio del mercato torinese e internazionale. Diego D’Aquilio, Dario Olivero Futuro, Brandon Ricci e Stefano Ollino uniscono cognomi, passione e talento nell’ottica di esportare un nuovo concetto di design smart tutto italiano che miri a riportare in auge la qualità nel campo del nostro Paese e nello stesso tempo coinvolga i clienti nel processo creativo.
 
Dalle fucine sempre in movimento dell’Istituto Europeo di Design il gruppo della DORO ha conquistato la Cina, con due awards vinti tra il 2009 e il 2010, sono sbarcati a Stoccolma, Dubai e nel contempo hanno pubblicato il libro 30 under 30 edito da Idea Books, che contiene i più interessanti volti nuovi torinesi nell’ambito artistico e produttivo.
 
Il progetto della sedia ZERO è tutta un’altra storia, concepita a quattro menti e disegnata a quattro mani, racchiude tutto ciò che lo studio si prefigge di comunicare: immediatezza, continuità e comodità, alla faccia di chi pensa che per i progetti ambiziosi sui giovani non si possa fare affidamento. L’approccio innovativo e smart (più veloce e interattivo) non impedisce comunque al gruppo di essere infinitamente professionale, anche nei più improvvisati brain storming a cui la sottoscritta ha assistito, con il risultato di uscirne mentalmente devastata, ma molto divertita.
 
 
Quello della Doro è un microcosmo, un insieme di creatività e funzionalità sapientemente ritagliato in Via Gramsci, che racchiude in ogni angolo un’intensa volontà di espressione e un immenso amore per chi a Torino vive, lavora, crea e sa dare una qualunque forma ai propri sogni. Un equilibrio che a noi piace molto, perché non solo mira a rivoluzionare il concetto di rapporto fra designer e cliente, ma in ogni modo sfrutta la strada della collaborazione, nella città tristemente conosciuta quasi solo per la FIAT che obbliga gli artisti a reinventare continuamente se stessi. Io direi che è sufficiente, anche solo per invidiarli.
 
Per scoprire ogni giorno cos’è DORO vi invito a consultare:
Il sito ufficiale: www.siamodoro.com
Il blog aggiornato con le ultime tendenze e il cool hunting: http://dorodesign.wordpress.com/
La pagina DORO Design su Facebook
 
 

Ti potrebbero interessare anche

Alcune preziose regole per un logo perfetto
Ghostbusters, Iron man e Monsters&Co: l'arte in 3D
Allevamento 2.0, il progetto All Smart Pigs
La “ricca” Brianza protesta!
Tra estetica e genetica nel nome dei capelli rossi


Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità