• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Midterm: trionfi storici per le minoranze nelle elezioni americane

Midterm: trionfi storici per le minoranze nelle elezioni americane

Donne, nativi e omosessuali sono gli elementi che spiccano nelle elezioni negli Stati Uniti. Si distinguono per essere rappresentanti delle minoranze e per aver fatto la storia nella politica mondiale.

di Diario Clever

Più di 38 milioni di persone hanno votato ieri alle elezioni del Congresso degli Stati Uniti. Questo numero elevato ha portato con sé trionfi che rompono con i modelli tradizionali della politica statunitense e valorizzano le minoranze che saranno rappresentate alla Camera e al Senato.

Senza dubbio, la diversità e i nuovi nomi sono stati i vincitori della giornata elettorale. La prima cosa che salta all’occhio è l’aumento del numero di donne elette; non se ne erano mai presentate così tante. Oltre alle donne, diverse minoranze hanno conquistato dei seggi: rappresentanti indigeni e il primo candidato apertamente gay faranno parte del processo decisionale politico statunitense.

Ecco alcuni personaggi promettenti:

Ayanna Pressley, la prima deputata afroamericana del Massachusetts

Pressley fa parte dell’ala progressista del Partito Democratico e si è fatta notare quando ha battuto alle primarie Michael Capuano, un politico con vent’anni di presenza al Congresso. Da allora il suo trionfo è stato certo e Ayanna ieri è diventata la prima deputata di colore del Massachusetts. “Quando avremo equità, giustizia e uguaglianza per tutti, allora farò un discorso della vittoria”, ha detto Pressley.

Alexandria Ocasio-Cortez, la donna più giovane mai arrivata al Congresso

Alexandria ha 29 anni ed è stata incoronata ieri come la più giovane deputata nella storia degli Stati Uniti. Si definisce una “socialista democratica”. Sostiene il salario minimo di 15 dollari all’ora, l’abolizione della legge sull’immigrazione, l’ampliamento della copertura sanitaria e le lezioni pubbliche e gratuite nei college e nelle università. Promette inoltre di combattere il cambiamento climatico e l’aumento dei costi degli alloggi a New York. Esattamente un anno fa faceva la cameriera in un ristorante messicano e oggi è una delle figure emergenti più importanti del Partito Democratico. “Un mondo migliore è possibile”, ha detto, chiudendo il suo discorso.

Jared Polis, il primo governatore omosessuale

Il democratico Jared Polis, 43 anni, è diventato il primo uomo apertamente gay a conquistare la carica di governatore, sconfiggendo in Colorado il repubblicano Walker Stapleton con il 51,46% contro il 45% dell’avversario repubblicano con l’82% dei voti scrutinati.

Polis è stato chiaro sul suo orientamento sessuale durante la campagna, citandolo spesso nelle sue critiche al presidente Donald Trump. È la prima volta nella storia degli Stati Uniti che un candidato dichiara di essere omosessuale prima di essere eletto. “Sono onorato di rappresentarvi come il primo governatore apertamente omosessuale nella storia di questo paese”, ha detto dopo il trionfo.

Deborah Haaland e Sharice Davids, le prime deputate indigene

Nei suoi oltre 230 anni di storia, il Congresso degli Stati Uniti non aveva mai avuto rappresentanti indigeni al suo interno. E queste candidate hanno cambiato la storia. Uno di loro è Deborah Haaland, il nuovo rappresentante del New Mexico. Haaland, 57 anni, appartiene alla tribù dei Pueblo de Laguna, una delle 566 legalmente riconosciute negli Stati Uniti. Con una vittoria di circa il 60% dei voti, la democratica ha fatto un passo avanti in politica dopo quasi due decenni dietro le quinte. L’altra è Sharice Davids, una democratica del Kansas, che è la prima donna nativa e apertamente lesbica a far parte di una delle camere. Il 53% dei voti ha permesso all’avvocato di entrare a Washington dalla porta principale.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità