• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Home page > Attualità > Libertà di stampa: Italia al 52° posto. Ma libertà per chi?

Libertà di stampa: Italia al 52° posto. Ma libertà per chi?

Libertà per la gente di comprare un giornale in edicola? Libertà per le imprese di fare pubblicità sui giornali? Libertà per… di comprare il silenzio, la disinformazione, la manipolazione? Chi sono i beneficiari di questa libertà illegale? Normalmente dovrebbero essere i giornalisti a scovarli!

 PresidioEuropa No TAV

Per dare una mano alle future inchieste giornalistiche, in Valle Susa cittadine e cittadini vigilanti scavano negli archivi dell’ANAC – Autorità Nazionale Anti Corruzione e invece di estrarre smarrino dalla montagna, come fa TELT, estraggono dal sito ANAC bandi di gara e aggiudicazioni che analizzano con attenzione.

Ecco l’ultima sorprendente scoperta, per la quale sono attese precisazioni dagli enti appaltante e appaltatore

Siamo di fronte ad una non gara. Gara n. 37258815 lanciata da LTF, oggi si chiama TELT (P.I. IT08332340010) per Servizi fotografici nel periodo 2017-2019, procedura negoziata senza previa indizione di gara, importo in economia € 100.000,00, data scadenza offerta 4 luglio 2017. Gara aggiudicata il 4 luglio 2017, ribasso di aggiudicazione 0%, a: Agenzia ANSA (P.I. IT00876481003)

Poniamo alcune domande che ci paiono lecite

Perché TELT, la società che dovrà scavare la galleria di 57 km della Torino-Lione, incarica l’ANSA, un’agenzia di giornalisti, di fare dei servizi fotografici nei suoi cantieri?

TELT non avrebbe fatto meglio a incaricare un’agenzia di bravi fotografi?

Perché da tempo TELT (e prima LTF), una società “pubblica franco-italiana” che ha un solo scopo (fare un tunnel) e un solo articolo nel suo catalogo (fare un tunnel) sente la necessità di farsi pubblicità a spese dei cittadini per conquistare una buona reputazione e creare consenso popolare intorno al suo operato, utilizzando i servizi di agenzie di comunicazione (ad esempio Mailander) e di agenzie di stampa (ad esempio ANSA)?

TELT vuole farsi aiutare da queste aziende, con argomenti immaginari e fuorvianti, a contrastare la Pausa della Francia verso la Torino-Lione

Oppure TELT ha maturato l’esigenza di disporre di un fotografo alle dipendenze dell’agenzia giornalistica ANSA, in modo tale da poter diffondere foto-notizie autenticate dal marchio ANSA ?

TELT teme forse le foto-verità dei tanti fotografi indipendenti attivi nel movimento No TAV?

E l’ANSA, allo scopo di non essere sospettata di conflitto di interessi, non avrebbe fatto meglio a non partecipare a questa non gara anche alla luce della sua missione storica: dare all’Italia un’agenzia giornalistica non controllata dal governo e neppure da gruppi privati?

Aspettiamo le risposte di TELT e dell’ANSA.

(Foto di Contropiano)

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità