• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Lettera al Mulino Bianco

Lettera al Mulino Bianco

Caro Mulino Bianco,
 
sono un tuo fedelissimo consumatore dall'infanzia. Adesso sono un genitore e con i miei figli vorrei continuare la tradizione di famiglia; forse a causa di quello spot anni ottanta che ritraeva il piccolo mugnaio, intento a sfornare tegolini, nella valle felice, il tutto allietato da un rassicurante sottofondo musicale. 
 
Il Mulino offre una gamma di prodotti (biscotti, merendine, crakers, pan carré, etc.) dal gusto talvolta inimitabile; che fine hanno fatto i biscotti "burrelle"? Tuttavia, negli ultimi giorni sembra consolidarsi l'idea che tutte le vostre delizie contengano l'olio di palma. A quanto pare l'abuso di questo grasso saturo potrebbe creare controindicazioni cardiovascolari nel lungo termine.
 
Di conseguenza, facendo appello al marchio Barilla che da sempre ha caratterizzato la buona tavola degli italiani, vorrei che tale olio fosse sostituito da un ingrediente meno inquietante; anche a costo di spendere un euro in più in spregio alla crisi.
Caro Mulino non tradire i miei dolci ricordi di fanciullo e fai in modo che la genuinità sia ancora il carattere distintivo delle nostre merende.

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.128) 30 gennaio 2015 10:58

    Noi non comperiamo più Barilla da tempo a causa sia dell’omofobia che della cattivissima qualità dei prodotti. Mangiare biscotti e avere dopo il bruciore di stomaco è tipico. Troppo zucchero troppi grassi troppo lievito chimico. Quindi leggere le etichette, finché l’Ue ce lo permette, e poi decidere. 

  • Di Fabrizio Vinci (---.---.---.52) 30 gennaio 2015 12:03
    Fabrizio Vinci

    Dalle pagine di Facebook arriva la risposta del Mulino Bianco: Mulino Bianco Ciao Fabrizio, i più recenti studi scientifici, hanno notevolmente ridimensionato il ruolo negativo degli acidi grassi saturi presenti nell’olio di palma e in particolare l’effetto sul colesterolo sanguigno. 
    Per alcune ricette l’olio di palma non può essere sostituito con altri grassi per il suo sapore neutro. L’olio di palma inoltre si conserva particolarmente bene e mantiene inalterate le caratteristiche del prodotto nel lungo termine e consente di sostituire completamente i grassi idrogenati. Dal punti di vista ambientale, invece, Mulino Bianco ha scelto di avere solo fornitori in grado di garantire metodi di produzione rispettosi delle linee guida definite da RSPO, e si è posta come obiettivo entro il 2015 l’approvvigionamento del 100% di olio di palma sostenibile certificato RSPO. Ti ringraziamo per averci scritto e ti auguriamo una buona giornata!

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità