• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > La porta rossa: a breve, su Rai2, la fiction con Lino Guanciale

La porta rossa: a breve, su Rai2, la fiction con Lino Guanciale

Forte del successo della prima serie, era prevedibile che, prima o poi, giungesse la riconferma, per la messa in onda della seconda che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe avvenire, in autunno, su Rai2. Stiamo parlando de “La porta rossa”, la nota fiction che, sin dal suo debutto, ha saputo sorprendere le aspettative del pubblico, intento ad assistere a una trama dai risvolti paranormali.

La serie, ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, mette in evidenza le vicende dell’ispettore Leonardo Cagliostro, interpretato da Lino Guanciale. L’attore, reduce dal successo di fiction, come “Non dirlo al mio capo 2”, in coppia con Vanessa Incontrada, è al centro di una trama dai toni paradossali.

L’uomo, anni prima, durante l’irruzione in un covo di un criminale, era stato freddato a morte. A distanza di tempo, è forte il desiderio del noto ispettore di riscattare la sua morte, affidandosi al mondo terreno, ma, qualcosa glielo impedisce: la porta rossa, da cui prende ispirazione il titolo della serie televisiva.

L’ispettore è messo nelle condizioni di rimediare ai suoi errori, ma la porta rossa è di suo impedimento. Cagliostro è convinto che, prima o poi, la mano del suo assassino giunga alla sua fidanzata, Anna Mayer (Gabriella Pession), e a sua figlia.

Questo è uno dei tanti motivi per cui l’ispettore rinuncia alla porta. Chi non vorrebbe avere una seconda possibilità, per rimediare ai propri errori? In effetti, è come se la porta rossa volesse condurlo in un’altra vita. Ma, prima di avviarsi, si deve “purificare” di alcune situazioni.

Decide, malgrado l’impossibilità di avvalersi delle fattezze materiali di un comune mortale, di intraprendere un percorso esistenziale, pur di scovare negli abissi della sua esistenza. Non ha molto tempo a disposizione, per proseguire con le sue indagini. Deve ricomporre i frangenti di una vita, che, solo ora, realizza essere stata unica e preziosa, fino a quando l’assassino non l’ha infranta.

Vuole mettere da parte il suo passato, e disfarsi dalle imposizioni di quella porta rossa, che gli impedirebbe di fare luce sul suo omicidio. È un’impresa difficile e pericolosa, ma, nulla è precluso a chi si oppone, con fermezza, al freno della rassegnazione.

La serie, prodotta da Vela Film, in collaborazione con Rai Fiction, prevede, nel cast, oltre alla presenza di Lino Guanciale, quelle di Gabriella Pession, Valentina Romani, Antonio Gerardi, Fausto Sciarappa, Elena Radonicich e, per finire, Ettore Bassi.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità