• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > L’Islanda vuole bandire il porno online

L’Islanda vuole bandire il porno online

L'Islanda potrebbe diventare il primo paese occidentale a proibire il porno online. Tutto il porno online. Con conseguenze imprevedibili. 

Il ministro dell'interno islandese, Ögmundur Jónasson, ha istituito un gruppo di lavoro che sta lavorando ad un progetto di legge che si pone l'obiettivo (titanico, non c'è che dire) di bandire totalmente la pornografia online dall'isola nordica. 

In Islanda, una legge in vigore già da diversi anni proibisce la stampa e la distribuzione di materiale pornografico. Il divieto però, come riporta il Daily Mail, non è mai stato esteso ai contenuti digitali. Cosa che il ministro Jónasson intende fare al più presto.
 
«Dobbiamo poter discutere del divieto della pornografia violenta la quale, siamo tutti d'accordo, ha effetti molto nocivi sui giovani e può avere un evidente collegamento con i casi di crimine violento sulle donne», ha dichiarato quest'ultimo, giustificando i lavori del suo gruppo di "tecnici", istituendo un paragone che farà certo discutere. 
 
Sempre il Daily Mail ricorda come due anni fa il Parlamento islandese avesse già dichiarato fuorilegge gli strip-club, colpevoli di violare i diritti civili delle donne che vi lavorano. La legge era stata fortemente voluta dal Primo Ministro in persona, la sessantenne Jóhanna Sigurðardóttir, primo capo di governo al mondo dichiaratamente omosessuale.
 
Mashable ipotizza che il "filtro" assomiglierà alla Great Firewall cinese, la muraglia digitale che il Governo utilizza per filtrare i contenuti sgraditi al regime di Pechino, ma che sarà tarato sui contenuti pornografici. Tra le norme proposte vi sarebbe anche un blocco delle carte di credito islandesi che vengano beccate ad acquistare materiale pornografico online.
 
"Al momento stiamo valutando le possibilità tecniche più adatte a questo scopo - ha detto uno dei consiglieri di Jónasson al Mail - ma di sicuro, se siamo capaci di spedire un uomo sulla Luna, siamo anche capaci di contrastare il porno su internet". Una sicurezza che, forse, non tiene conto dell'estensione dell'universo xxx, un mondo antico quanto lo stesso Internet. 

I commenti più votati

  • Di (---.---.---.32) 14 febbraio 2013 18:12

    Dai commenti vedo che ce n’è di gente che non capisce una cippa in questo povero paese! Riempitevi la testa di m*rda, ed il futuro per la società occidentale sarà davvero roseo, specie per i vostri figli che si riempiono a loro volta la testa di PURA CACCA... senza freni di sorta!

    Vi ricordo cari i miei sapientoni superprogressissti e iperliberali a cavoli propri, che tutti i vostri figli e figlie, a qualunque età, possono avere accesso a contenuti pornografici devastanti, liberamente nella maggior parte dei siti pornografici on line, con danni per lo sviluppo psico-sessuale gravissimi e spesso irreversibili.

    Controllo parentale un par di pa**e!!!

    Nb... Non sempre chi è attratto dal porno è libero di "decidere" spesso entrano in ballo fattori "ossessivo-compulsivi" e il porno c’entra perché alle volte può essere il fattore scatenante del problema...

    Ps... Né un moralista e né un bacchettone, semplicemente uno che - al pari del ministro islandese - pensa che a tutto ci debba essere un limite!

  • Di (---.---.---.233) 14 febbraio 2013 15:28

    E questa me la chiamate una nazione evoluta?

    Ma ancora non ce la fanno a capire che il proibizionismo porta solo a maggior illegalità e perversione?

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.233) 14 febbraio 2013 15:28

    E questa me la chiamate una nazione evoluta?

    Ma ancora non ce la fanno a capire che il proibizionismo porta solo a maggior illegalità e perversione?
  • Di (---.---.---.82) 14 febbraio 2013 15:44

    infomati meglio sulla pornografia on line e i danni che reca, informati davvero bene caro mio! perche’ la situazione e’ REALMENTE drammatica!
    La pornografia e’ un male assoluto, e non sono un moralista o un bacchettone, anzi!
    Da ex pornodipendente ti dico che dovrebbe essere proibita totalmente, perche’ e’ la rappresentazione del nulla. Ti strappa via dalla realta’, ma non se ne parla, perche’ e’ tutto molto sommerso!

    • Di (---.---.---.53) 14 febbraio 2013 15:57

      se tu eri un pornodipendente sono cavoli tuoi, mica lo si diventa guardando il porno su internet, ha ben altre cause. inoltre ci sono miliardi di persone che lo guardano ogni giorno, sono tutti porno dipendenti? no ovvio ma il fatto che voglia bandire per sempre qualcosa di cui tu hai fatto uso immprprio e che a TE a recato danno senza tenere minimante conto di tutti quelli che ne fanno uso senza problemi non fa di te un bacchettone, ma un completo imbecille

  • Di (---.---.---.10) 14 febbraio 2013 16:03

    Io NON sono per la censura. Però riconosco che il porno attuale, sui giovani, ha un effetto devastante.

  • Di (---.---.---.245) 14 febbraio 2013 16:26

    e quali sarebbero questi effetti devastanti? per caso tumori al braccio in stile popeye? o forse una voglia matta di spompinare qualcuno? io guarda un po’ bandirei tutto il materiale violento NON pornografico, secondo me quello fa molto piu’ male.

  • Di (---.---.---.198) 14 febbraio 2013 16:27

    Chi non vuole vedere porno non lo guarda. Chi ha figli piccoli se li controllainvece di lasciarli davanti al pc o la TV e si mette un cyber nanny sul pc e la smette d rompere i co++ni a chi come me vuole gustarsi una bella manza su internet smiley
    Basta con queste crociate! Come mai non si fanno contro certi film dove non passano 5 minuti senza che ci sia un’arma nell’inquadratura? Meglio una pistola o un bel culo? Bacchettoni del ca++o!
    Scop++te di piu’....

  • Di (---.---.---.159) 14 febbraio 2013 16:40

    Immaginate di vivere in un isola fredda,dove il sole e’ raro e gli inverni lunghissimi,ti tolgono pure il porno il primo sentimento e’ uscire e strozzare qualcuno.....altro che dimunuire la violenza.Seriamente,questo fa ancor piu’ vedere cosa sono i paese "evoluti" del nord europa,laboratori orwelliani colorati di finta democrazia.Poi se la prendono con la Cina per la censura,oggi il porno domani chissa’ cos’altro.

  • Di (---.---.---.159) 14 febbraio 2013 16:47

    Per il messaggio delle 16:27:Hai ragione.Ho visto Taken2 e in 30 minuti ci saranno 60 morti.A me piacciono i film di azione ma magari il genitore vede un film del genere con il figlio piccolo,e magari se quest’ultimo intravvede una tetta su internet si grida allo scandalo.Poi ci chiediamo perche’ i ragazzini prendeno la pistola del padre e fanno fuori qualcuno per gioco.altro che controllo sulle armi e porno che induce alla violenza.

  • Di (---.---.---.242) 14 febbraio 2013 17:22

    Che tristezza, benvenuto medioevo. Fra poco le donne non potranno portare la minigonna!

  • Di (---.---.---.32) 14 febbraio 2013 18:12

    Dai commenti vedo che ce n’è di gente che non capisce una cippa in questo povero paese! Riempitevi la testa di m*rda, ed il futuro per la società occidentale sarà davvero roseo, specie per i vostri figli che si riempiono a loro volta la testa di PURA CACCA... senza freni di sorta!

    Vi ricordo cari i miei sapientoni superprogressissti e iperliberali a cavoli propri, che tutti i vostri figli e figlie, a qualunque età, possono avere accesso a contenuti pornografici devastanti, liberamente nella maggior parte dei siti pornografici on line, con danni per lo sviluppo psico-sessuale gravissimi e spesso irreversibili.

    Controllo parentale un par di pa**e!!!

    Nb... Non sempre chi è attratto dal porno è libero di "decidere" spesso entrano in ballo fattori "ossessivo-compulsivi" e il porno c’entra perché alle volte può essere il fattore scatenante del problema...

    Ps... Né un moralista e né un bacchettone, semplicemente uno che - al pari del ministro islandese - pensa che a tutto ci debba essere un limite!

  • Di Damiano Mazzotti (---.---.---.10) 14 febbraio 2013 18:27
    Damiano Mazzotti

    Nel sesso esistono solo due forme di perversione: una è l’astinenza; l’altra consiste nel far sesso sempre con la stessa persona per tutta la vita, sempre nella stessa posizione.

  • Di (---.---.---.202) 15 febbraio 2013 14:38

    Il bello delle cose è che molti cosiddetti "uomini" sono talmente immersi ed occupati nello sbrodolarsi nel sudiciume-porno pari pari a quei bei maiali che si groggiolano nel fango, senza rendersi conto di starci sprofondati, anzi ebbri di goduria e inneggianti alla libertà,posizione che neutralizza totalmente la propria dignità umana e che valorizza la natura di un perfetto deviato.Chi ama la pornografia e ne fa uso è una persona che non sta bene e che deve farsi analizzare.Inutile girarci attorno...è una malattia.

  • Di (---.---.---.202) 15 febbraio 2013 14:52

    Esiste pure un altra forma di perversione sessuale, la più terribile: pensare che l’astinenza e la fedeltà siano una forma di perversione.

  • Di (---.---.---.230) 17 febbraio 2013 13:11

    saresti diventato dipendente da qualcos’altro. è ridicolo dare la colpa alle istituzioni per le proprie debolezze: lamaggiropaerte delle persone che gurdano porno non sviluppano dipendenze, e il proibizionsmo farà crescere il mercato illegale, come al solito. si sa che il puritanesimo favorisce mafie e contrabbando:

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares