• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Istruzione > In trincea contro il cambiamento

In trincea contro il cambiamento

Anche se i sondaggi gli arridono, Berlusconi dovrà farsene una ragione e cassare la riforma sulla scuola. Le occupazioni, gli scontri e il generale clima ostile che c’è tra gli studenti, insegnanti e cittadini, danno più di un segno di quale sarà la conclusione. Al di là della bontà o meno della riforma, largamente discutibile secondo me, la verità è che l’Italia è un paese incapace, anzi contrario a qualsiasi sia il cambiamento. Ora, io non so se Berlusconi vorrà veramente tenere il piede fermo respingendo, anche con la forza, qualsiasi ostacolo ai suoi piani, un po’ come ha fatto con i rifiuti in Campania. Non so se il suo animo da inveterato populista alla fine non lo richiami all’ordine conforme e costituito delle cose, però semmai perseverasse agli occhi degli altri elettori assurgerebbe ancora di più al ruolo di vero leader dell’Italia. Autorevole lo è già, se diventasse anche un pizzico autoritario per il popolo sarebbe il massimo.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares