• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > In arrivo 1000 Black Bloc dal Messico

In arrivo 1000 Black Bloc dal Messico

Temuto l'arrivo di 1000 rivoltosi (presunti) dal Messico: attenzione ai falsi

Aiuto! Eccoli! Eccoli! Udite, udite e scappate! In arrivo mille Black-Blocchi accaniti e ubriachi, antagonisti e protagonisti solo quando fa comodo, direttamente dal Mostro, Mexico City per i gringos, Ciudad de México, propriamente in lingua spagnuola. Sono quasi sull’aereo, io, con loro. Si parte stasera. Che paura! Creare spauracchi non aiuterà nessuno a capire e ad agire, che dite?

Riportavano ieri sera al Tg3 – ma non solo lì chiaramente – che è stato avvistato “qualche Black Bloc” anche nei boschi piemontesi, sì, sì, proprio in Val di Susa dove è successo un sano casino e il popolo No-Tav ha protestato e s’è preso i lacrimogeni in faccia, la gente comunque s’è fatta vedere e sentire: 7mila o 70mila? Con l’accento inglese, veneziano o messicano? Vestiti di nero, verde o blu? Terroristi o eroi? Guerriglia sulla sierra maestra di Chiomonte? Sul Giornale addirittura s'azzardano paragoni surreali con le BR. Alcuni avevano anche le tutine e il kit standard del perfetto Black-Bloc internazionale, quello col casco da moto omologato UE e il passamontagna estivo, tutto pronto per le foto e i video. Ma la vogliamo smettere?
 
Ha dichiarato il filosofo Gianni Vattimo, presente al presidio: "I Black Bloc sono un’invenzione della polizia" mentre quello che è successo domenica a Chiomonte "è truccato e maledetto dai media di regime". E ancora Marco Ferrando del Partito comunista dei lavoratori commenta: "impressiona che il ministro Maroni, facente capo a un partito che ha più volte rivendicato ‘migliaia di fucili’ bergamaschi al servizio di una possibile secessione ‘padana’, si atteggi, con tale disinvoltura, a custode della legalità, contro i No Tav. Ma la menzogna ha un limite".
 
Consiglio per una catarsi informativa e liberatoria questo pezzo di Giuseppe Genna LINK QUI e il sito No-Tav da cui traggo la foto intitolata “lacrimogeno” (tanto per cominciare). Infine un ottimo documento sul Tav...

Commenti all'articolo

  • Di Andrea Piazza (---.---.---.73) 6 luglio 2011 09:54

    Al di là di ogni considerazione possibile sì-Tav o no-Tav, al di là di ogni discussione sul merito e sull’utilità di quest’opera, rimane per me un dato grave e certo. La violenza non è MAI una soluzione. Dalle foto della domenica di scontri vedo due blocchi contrapposti: gli agenti (legittimamente dotati di scudi ecc) e i manifestanti che hanno attaccato il cantiere. Ora, mi sembra chiara una cosa... se vai a manifestare per la libertà, la democrazia o qualcosa in cui credi, non vai equipaggiato di maschere anti-gas, caschi, passamontagna e bastoni; se vai così è perchè non te ne frega niente della manifestazione e vuoi solo far "casino". E questa violenza (da una parte e dall’altra) è grave che si sia infiltrata in una manifestazione pacifica. E’ grave. Ripeto, al di là di ogni considerazione pro o contro Tav, al di là di ogni contesto preciso: la violenza non è perdonabile, tanto meno giustificabile.

  • Di paolo (---.---.---.4) 6 luglio 2011 11:29

    Caro articolista , non le sembra di avere dato una lettura degli avvenimenti un tantino deformata ? . A prescindere dal fatto che intervistare un filosofo come Vattimo è come chiedere un parere alla luna , per non parlare di Ferrando che è rimasto con il cervello al 1917 ,come giudica quei bravi ragazzi vestiti di nero e incappucciati che lanciavano pietre da 0,5 Kg o giù di li’ e altri "cadeau ", sulle teste dei poliziotti (oltre 200 feriti)? Non erano black block d’accordo e allora cosa erano , turisti per caso ? E se si sfondano le reti di un cantiere , invece di lacrimogeni cosa deve lanciare la polizia ,caramelle? 

    Adesso di sicuro lei pensa che io sia un destrorso , un nero , un fascistone .
    Errore madornale ,lei ha il diritto di non crederci , ma la mia storia è esattamente all’opposto e anche con conseguenze spiacevoli sul piano personale .
    Ma non sono un deficiente e giudico le cose per quello che sono .
  • Di Fabrizio Lorusso (---.---.---.82) 7 luglio 2011 01:01
    Fabrizio Lorusso

    Caro lettore, mi fa piacere ricevere il suo commento e non creda che io non abbia pensato ad alcune possibilità interpretative o sentito varie versioni prima di scrivere il pezzo. Effettivamente i dubbi sono sempre tanti ed è bene sviscerarli. Non credo che lei sia un destrorso o fascistone, non ne vedo i motivi... ma credo di più alla conferenza stampa dei no-tav e alle persone che conosco che erano là piuttosto che al Tg1, solo per citare un esempio. Sul termine Black Bloc e su come esso ormai sia solo un’invenzione-spauracchio ha ragionato molto bene il blogger leonardo qui: http://leonardo.blogspot.com/2011/07/tutti-matti-per-bb.html Io ho criticato l’uso e abuso della terminologia e il fatto che poi si tenda a generalizzare insultando senza (quasi) mai difendere l’altra parte, quella che prende i lacrimogeni e viene picchiata, quella che spesso è vittima di veri e propri complotti e strategie di polizia e/o politiche. Non aiuta certo sviare l’attenzione sui presunti B.B. (presunti perché sono un concetto usato asetticamente per qualunque articolo, un po’ ormai come parlare di "globalizzazione" o "comunismo") e creare l’immaginario tipo "invasione di Hooligans", dato che molti "sarebbero" anche stranieri o almeno, come alcuni media hanno azzardato, in maggioranza provenienti da fuori Val di Susa (e chi se ne frega??).

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares