• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Europa > Grecia: da settembre cibo scaduto venduto a metà prezzo

Grecia: da settembre cibo scaduto venduto a metà prezzo

Dal primo settembre 2013 in Grecia la povertà avrà un suo segno distintivo: i supermercati del Paese potranno vendere cibo low cost.

Secondo quanto comunicato dalla Camera di Commercio di Atene, a partire da tale data i supermarket potranno vendere i propri "prodotti da crisi", denominati sotto l'appellativo "cibo di passata conservazione".

È quanto riporta Il Fatto Quotidiano, confortato dalla fonte greca Keep Talking Greece (qui e qui). Il segretario generale per i consumatori greco, Giorgos Stergiou si è affrettato a smentire quanto apparso sui giornali, chiarendo che non si tratterebbe di un rischio per la salute pubblica. E infatti non di questo si tratta, e a spiegarci il perché è il giornale belga Le Vif.

In un articolo riguardante la vendita a metà prezzo di cibo scaduto, Pierre Cassart, portavoce dell'Agenzia Federale per la sicurezza della Catena Alimentare spiega [corsivo dell'autore]: "Ci sono due tipi di date indicate dal produttore. Una data limite da rispettare in maniera imperativa, associata a tutti gli alimenti 'sensibili', che si trovano nelle celle frigorifere del supermercato, e una data di durata minima per gli alimenti poco o molto poco deperibili".

Cassart in effetti non fa che dare solidità scientifica ad una verità empirica che un po' ogni consumatore può confermare: non sempre la scadenza ha la stessa validità. Varia da prodotto a prodotto, non è un criterio assoluto. Di conseguenza, con tutte le remore del caso, altri paesi hanno già sperimentato tale pratica, detta di "vendita veloce". L'obiettivo, principalmente quello di esaurire le scorte prima della scadenza, ma in alcuni casi anche di vendere dopo di essa. È il caso di Olanda e Belgio: in quest'ultimo la pratica della vendità dopo la data minima (ma non dopo quella limite) rimane consentita.

Ugualmente consentita è la vendita in Francia, dove il commercio di cibo dopo la data limite di utilizzo ottimale è ormai parte del dibattito pubblico. Cibo intaccato in gusto, consistenza, sapore, valore nutrizionale e vitamine. "Cibo grigio" insomma, come la vita che deve passare chi non se la può permettere.

Una forma di esclusione nella primaria forma di gratificazione dell'essere umano, quella se non altro di potersi garantire un nutrimento capace di alleviare altre forme di sofferenza. Il punto non è infatti quello della salute, che comunque a lungo andare con cibi scarsamente vitaminici non può certo migliorare.

Il punto è l'aspetto sociale della questione, che sta nello speciale marchio apposto sul cibo e nello scaffale apposito atto a contenerlo, turbando quel minimo di democrazia alimentare che dovrebbe regnare almeno al supermercato, creando una zona grigia di disadattati tra la famiglia che va a fare la spesa e il barbone che rovista nei rifiuti.

È il simbolo della vergogna, anche se probabilmente involontario, perché vuole indicare a tutti lo scaffale da evitare fino a quando possibile, ma alla fine non evidenzia nient'altro che le persone che la linea rossa del degrado l'hanno superata da un pezzo.

Inevitabile quindi che Keep Talking Greece concluda con un ironico post-scriptum che meriterebbe di essere preso in considerazione: "Declino e caduta della storia di successo di Samaras: invece di combattere il cartello sui prezzi, offre cibo scaduto ai consumatori".

Foto: SpaceShoe [Learning to live with the crisis]/Flickr

the decline and fall of Samaras’ success story: instead of taking the fight against the price cartels he offers expired food to people.

 

- See more at: http://www.keeptalkinggreece.com/20...

the decline and fall of Samaras’ success story: instead of taking the fight against the price cartels he offers expired food to people. - See more at: http://www.keeptalkinggreece.com/20...
the decline and fall of Samaras’ success story: instead of taking the fight against the price cartels he offers expired food to people. - See more at: http://www.keeptalkinggreece.com/20...
the decline and fall of Samaras’ success story: instead of taking the fight against the price cartels he offers expired food to people. - See more at: http://www.keeptalkinggreece.com/20...

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.178) 28 agosto 2013 13:59

    E lo spread tra Italia e Germania è stato per un giorno pari a quello tra Spagna e Germania: I prossimi siamo noi a trovarci con il cibo quasi scaduto nei supermercati. In fin dei conti ce lo meritiamo, sono 40 anni che aumentiamo il debito e prima o poi il paese fallisce.

    Avanti Troika, il popolo italiano sta andando dritto e di corsa tra le tue braccia. In autunno saremo da te come dice Grillo?

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares