• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Elon Musk e Space X presentano il primo turista spaziale

Elon Musk e Space X presentano il primo turista spaziale

Il numero uno di SpaceX, l’imprenditore Elon Musk, ha presentato nel corso di un webcast dall’headquarter di Hawthorne (California), il primo turista che affronterà il viaggio nello spazio con una traiettoria cislunare.

Yusaku Maezawa, fondatore del colosso giapponese del commercio on-line Zozo, sarà a bordo della navetta BFR di SpaceX.

BFR è un acronimo che sta per Big Falcon Rocket, che secondo le intenzioni di Musk, avrà una capacità di circa 100 astronauti, e rappresenta il velivolo aerospaziale con il quale i terrestri colonizzeranno Marte.

Rispetto agli annunci precedenti, il sistema spaziale riutilizzabile (razzo + navetta), risulta essere più alto di circa una decina di metri, e portato ad un’altezza di 118 metri.

L’annuncio dell’ingresso di Maezawa a bordo del BFR non è stata l’unica notizia del webcast. A quanto pare, ad accompagnare l’imprenditore giapponese, che è anche noto per essere un grande collezionista d’arte, ci saranno 6/8 artisti, tra pittori, architetti e scultori, che saranno messi nelle condizioni di essere ispirati dall’esperienza lunare.

Musk ha altresì annunciato che il lancio è previsto per il 2023, una previsione che come in altre occasioni, risulta essere molto ottimistica e che rientra nelle consuetudini del patron di SpaceX.

Come già successo in passato, quando i termini di un obiettivo dichiarato si avvicinano e non riescono ad essere onorati, Musk trova il modo di alzare l’asticella e spostare l’attenzione del pubblico altrove.

L’obiettivo che in questa comunicazione viene fissata - ancora ottimisticamente - per il 2023, era stato già fissato dallo stesso Musk per il dicembre 2018, in occasione del 50° anniversario della missione Apollo 8.

A quell’annuncio, e all’analisi della comunicazione e della strategia, COSMOBSERVER aveva già dedicato una lunga analisi, nella quale si spiegavano le ragioni per cui tanto clamore mediatico non poteva essere seguito dai fatti.

L’analisi è disponibile a questo indirizzo http://www.cosmobserver.com/articles/analysis/002%20elon%20musk/analisi%20elon%20mausk%20emmanuele%20macaluso.htm

Concludiamo questo articolo, per onor di cronaca, segnalando che non è detto che i turisti spaziali di SpaceX siano i primi a rivedere la superficie lunare. Anche la NASA infatti, ha programmato proprio per il 2023 il lancio del primo volo con equipaggio a bordo della nuova capsula Orion e del razzo Space Launch System.

La corsa alla Luna è ricominciata, chi sarà il prossimo?

 

Emmanuele Macaluso

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità