• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Elezioni tra Francia e Grecia: niente sarà più come prima!

Elezioni tra Francia e Grecia: niente sarà più come prima!

Le elezioni in Francia e in Grecia hanno dato il loro responso: l'Europa chiede un cambiamento.

Le politiche di austerità imposte dall'asse franco-tedesco "Sarkozy-Merkel" hanno riscontrato una forte opposizione sia nell'elettorato francese che in quello greco: i “partiti di protesta” hanno avuto un risultato elettorale ampio in entrambi i paesi.

I cittadini francesi e greci, come già detto, vogliono un cambiamento: politiche per la crescita sia dei loro rispettivi paesi che dell'Europa tutta. La Germania e l'Italia dovranno dare, insieme agli altri paesi dell'Unione, nuove direzioni per la risoluzione della crisi dell'euro. Il “Fiscal Compact”, fortemente osteggiato dalla Gran Bretagna, sembra non essere più l'unica via percorribile.

Oltre a ciò, queste elezioni hanno fatto anche sorgere tante paure: in Grecia, il partito filo-nazista ha avuto un risultato considerevole come la destra di Marine Le Pen in Francia. L'Europa, oltre a farsi carico della crisi dell'euro, a quanto sembra deve farsi carico anche di populismi e anti-politica, che in momenti difficili come questo sono sempre alle porte.

Guardiamo per esempio alla Russia, dove Putin sta affrontando vari movimenti di protesta sempre presenti nelle piazze come nel web. In effetti questa è un'epoca dove i movimenti nascono, crescono e muoiono sia nelle piazze che su internet ed è proprio su Internet che tali movimenti si rinforzano e trovano tantissime adesioni. Il movimento 5 stelle di Grillo è forse un esempio emblematico di questo discorso: grazie alla rete negli ultimi anni ha aumentato a dismisura i suoi consensi, anche se supportato comunque dai tanti comizi di piazza del comico genovese.

Quindi dopo il 2011, anno consacrato al “manifestante” dalla rivista Time, in questo 2012 i movimenti di protesta non sembrano cessare, anzi sembrano aumentare e destare sgomento.

Essi sono anche spunto di riflessione per i vari governanti dei vari paesi: il mondo forse sta conoscendo un cambiamento epocale, niente sarà più come prima!

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.234) 8 maggio 2012 03:03

    La grecia rischia di essere ingovernabile, essendo simili a noi, vedremo. I francesi potevano scegliere se essere fritti, bolliti o in cotti lentamente in umido. Hollande sembra un contabile, il fratello di Bettino Craxi, secondo me, l’europa cadra’ ancora piu’ in fretta, ma essendo fatta da tutti anziani, rischi di non alzarsi piu’ come una volta.......... Carlo Martello Provera.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares