• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca Locale > Elezioni Napoli. Lettieri non passa al primo turno e il centrosinistra può (...)

Elezioni Napoli. Lettieri non passa al primo turno e il centrosinistra può ancora vincere

Lettieri non passa al primo turno e il centrosinistra può ancora vincere a Napoli. E’ questo lo scenario a pochi giorni dal voto che emerge da tre sondaggi condotti da tre distinti istituti di ricerca (IPR, SWG, Lorien).

I dati confermano un centrosinistra diviso ma non, necessariamente, perdente, in cui il candidato del centrodestra Lettieri non sembra essere un uomo così autorevole da far fare alla sua coalizione il salto necessario per portare in dote al duo Berlusconi-Cosentino, Palazzo San Giacomo.

E’ il grande cruccio di Berlusconi di queste ore, non riuscire a strappare Napoli alla sinistra, nonostante sia stato Cosentino in persona a perorare il candidato Lettieri.
 
Saranno decisivi, non solo, gli ultimi giorni di campagna elettorale in vista del primo turno (15 e 16 Maggio 2011) ma, soprattutto, le due settimane che porteranno al ballottaggio per l’elezione del Sindaco (29 e 30 Maggio 2011).
 
A meno di ribaltoni clamorosi , esaminando i dati relativi a notorietà, fiducia ed intenzioni di voto al candidato Sindaco tutti e tre i sondaggi evidenziano che si andrà, quasi certamente, al ballottaggio con uno scontro che vedrà opposti il Centrodestra (Lettieri) e Centrosinistra (Morcone o De Magistris, ma più probabile il primo). L’imprenditore del PdL, così come il candidato IDV, sono al picco più alto della curva loro ù di notorietà e, pertanto, possono solo stabilizzarsi o scendere – sembra sia proprio quest’ultimo il trend per l’ex PM -.
 
Il dato certo sarà un forte astensionismo (tra il 30 ed il 40%). L’area dell’indecisi sarà il secondo fattore determinante; per l’SWG i napoletani che non hanno ancora deciso sarebbero il 40%. Contattato un esperto di sondaggi ci ha spiegato come questa percentuale è, spesso, a favore del centrodestra, poiché gli elettori di Lettieri, spesso, hanno “vergogna” nell’esprimere le proprie preferenze elettorali. Ciononostante per SWG Lettieri è molto lontano dal vincere al primo turno e si attesterebbe al 35%.
 
La cosa più interessante è il confronto tra i candidati e le coalizioni che li sostengono. La media tra i dati dei tre istituti dà Lettieri al 39,6; Morcone al 22,5 e De Magistris al 20,5. Se si mettono accanto ai voti di coalzione vediamo come Lettieri “porti” al suo schieramento (PDL, AdC Pionati, La Destra e Noi Sud) un +2,8% mentre Morcone – rispetto i partiti che lo sostengono (PD e SeL) – perde il 4,5%. Questo dato conferma l’ipotesi del voto disgiunto che da tempo circola negli ambienti napoletani (voto a Lettieri come Sindaco e al PD come partito). Ma chi riesce a spostare, all’interno dell’elettorato di sinistra, 3-4 percentuali?

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares