• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Egitto: aprire dei corridoi umanitari per l’Italia, per salvare gli (...)

Egitto: aprire dei corridoi umanitari per l’Italia, per salvare gli egiziani

Sarà per quello che è accaduto dopo la fantomatica "rivoluzione" del Nilo, ma è dal 2012 che in Italia a livello statistico emerge con chiarezza la sezione dedicata all'Egitto, che prima si perdeva nel banale "altri" in merito alla delicata questione delle richieste d'asilo.

Ad oggi in Italia la comunità egiziana presente è tra le prime dieci straniere, e la quasi totalità di egiziani presenti in Italia lo sono a titolo di lavoro, bassissime le percentuali di egiziani presenti nel nostro territorio in qualità di titolari di richieste d'asilo o per aver conseguito il relativo status. Ad esempio nel 2016 la percentuale di permessi rilasciati per motivi umanitari o di asilo è stata solo del 2,4% era del 6,4% nel 2015, le richieste d'asilo invece si mantengono su una media significativa, il picco è stato toccato sicuramente nel 2013 con poco più di 900 richieste, 589 erano nel 2015, 787 nel 2016 cifra che può essere raggiunta o superata in questo 2017 siamo poco oltre le 700 richieste d'asilo a novembre 2017. La media delle richieste respinte è di circa il 40-45%.

Forse è il caso di valutare l'apertura di corridoi umanitari in Egitto per dare la possibilità ai giovani e non giovani di quel Paese di fuggire da un regime criminale, con il quale l'Italia ha normalizzato i rapporti, perché gli oltre 5 miliardi di euro di affari fanno gola, tanta gola e vengono prima di ogni tutto? D'altronde abbiamo giustificato la spesa folle di miliardi di euro per i noti F35 proprio perché consentirebbero l'apertura segreta di questi corridoi umanitari, no?

Quanti sono i visti richiesti dai giovani egiziani all'ambasciata Italiana per venire in Italia? Quanti quelli concessi? Quali solo le reali possibilità che hanno gli egiziani di trovare riparo in Italia? Difficile a dirsi, visto come gira il mondo e visto che stiamo pagando torturatori per imprigionare povere persone in campi di concentramento libici. E poi abbiamo anche il coraggio di dare lezioni o fare la morale in materia di diritti umani, noi che abbiamo usato il gas in Africa ed ispirato il nazismo e non solo alle peggiori atrocità e che oggi ci stiamo comportando come delinquenti verso i diritti umani e la dignità umana.

D'altronde basta farsi un giro nelle nostre città, da Gorizia alle rive dell'Isonzo lungo Gradisca, alle periferie romane, alle città del Sud, ovunque, o quasi perchè qualche eccezione esiste, per vedere quanto siamo accoglienti noi italiani. 

Marco Barone

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità