• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Doriana Goracci

Doriana Goracci

Sono una blogger in copy left da molti anni e mi piace impegnare parte del mio tempo nel giornalismo partecipativo, usando il cestino-come mezzo- per raccogliere quelle piccole e preziose cronache di vita, spesso sotto traccia.

Statistiche

  • Primo articolo giovedì 08 Agosto 2009
  • Moderatore da giovedì 09 Settembre 2009
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 473 381 495
1 mese 3 3 1
5 giorni 1 2 6
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 318 161 157
1 mese 6 1 5
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.222) 13 gennaio 08:57
    Doriana Goracci

    Dopo 1 anno e 3 mesi da quando scrissi questo post,una sorta di auto confessione sulla mia conoscenza di Cesare Battisti, aggiorno con la notizia arrivata sul web stanotte, perchè Cesare Battisti non solo l’hanno visto ma l’hanno anche preso; le dichiarazioni del nostro ministro a me risultano lo stesso penose parole che poteva risparmiarci, tenuto conto della pesantezza politica di circa 50 anni fa, e del dramma che hanno vissuto le famiglie di gente ammazzata senza un perchè se mai ce ne fosse uno nel farlo.

    Aggiornamento dall’ Ansa: "Cesare Battisti è stato catturato in Bolivia. E il deputato federale e figlio del presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha voluto subito mandare un messaggio al ministro dell’Interno: "Matteo Salvini, il ’piccolo regalo’ sta arrivando", ha scritto Eduardo Bolsonaro su Twitter.La notizia della cattura è stata confermata da fonti italiane e dall’ambasciatore italiano in Brasile, Antonio Bernardini, che ha celebrato la cattura dell’ex terrorista latitante da dicembre affermando: "E’ stato preso! La democrazia è più forte del terrorismo".Battisti è stato arrestato alle 17 di ieri (le 22 in Italia) da una squadra speciale dell’Interpol formata anche da investigatori italiani e brasiliani mentre camminava in una strada di Santa Cruz de La Sierra, popolosa città nell’entroterra boliviano. L’ex membro dei Proletari armati per il comunismo (Pac) non avrebbe opposto resistenza. Indossava pantaloni e maglietta di colore blu, un paio di occhiali da sole e barba finta. Caricato in macchina e accompagnato in una caserma della polizia, Battisti non avrebbe proferito parola.La squadra speciale dell’Interpol aveva indirizzato le ricerche intorno a Santa Cruz poco prima di Natale. Ieri infine è stata circoscritta la zona nella quale Battisti si era nascosto, sono stati quindi compiuti appostamenti in almeno tre-quattro aree differenti, finché l’ex terrorista è stato accerchiato e bloccato con il supporto della polizia boliviana. Battisti aveva fatto perdere le tracce di sé dopo la decisione del magistrato del Supremo Tribunale Federale (Stf) brasiliano Luis Fux che il 13 dicembre ne aveva ordinato l’arresto per "pericolo di fuga" in vista di una possibile estradizione in Italia, concessa nei giorni seguenti dal presidente uscente Michel Temer prima dell’insediamento di Jair Bolsonaro il primo gennaio 2019.Era stato proprio Bolsonaro ad imprimere un deciso cambio di passo alla vicenda, esprimendosi prima ancora di essere eletto a favore della riconsegna all’Italia di Battisti e rovesciando così la decisione dell’allora presidente Lula da Silva di concedere asilo politico all’ex terrorista condannato all’ergastolo in Italia per quattro omicidi."

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.98) 23 dicembre 2018 12:24
    Doriana Goracci

    GRAZIE, e non aggiungo altro.

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.17) 19 dicembre 2018 14:45
    Doriana Goracci

    Mah non so dove abbia letto che Mimmo Lucano si candiderebbe per le elezioni europee,fino a farci un post e di conseguenza scrivere della sua "uscita infelice". Se può esserle utile io sono entrata felice, di conoscerlo, nel teatro di Capranica dove domenica scorsa gli è stata data la cittadinanza europea da Sgarbi, sindaco di Sutri, presenti il sindaco del paese dove vivo che ha ospitato l’evento e quello di Oriolo Romano. Ho fatto un report credo dettagliatissimo di quelle 2 ore e 44, totalmente registrate, anche all’arrivo dei due e dove non c’è traccia di quanto lei dice-può trovare il link che ho esposto in chiaro-viceversa c’è traccia della possibilità accarezzata da Sgarbi di candidarlo. Inoltre lei lo sa come si mobilita questa società civile? Di cittadini ce ne erano ben pochi, 4 gatti nel Teatro Francigena, in compenso avevano lasciato traccia quelli di CasaPound, il giorno dopo erano centinaia di commenti insolenti volgari offensivi in tutti i sensi, cittadini attivissimi...già Sgarbi aizza.Al signor Finiamola non è parso vero mettere in parole il suo pensar male, che è certo sia un ottimo e realista pensiero. https://www.agoravox.it/Mimmo-Lucano-riceve-la.html

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.166) 17 dicembre 2018 18:09
    Doriana Goracci

    grazie Gilda, forse vale la pena ricordare a chi non lo sapesse, perchè questo post l’ho scritto esattamente 2 mesi dopo: Mimmo Lucano ha lasciato Riace all’alba. Il Tribunale del riesame, accogliendo il ricorso della difesa, ha revocato nei suoi confronti la misura cautelare degli arresti domiciliari, sostituendola con quella più tenue del divieto di dimora nel paese del Reggino. La compagna etiope di Lucano, Tesfahun Lemlem, a cui il gip aveva imposto proprio il divieto di dimora, ha ottenuto l’obbligo di firma: resterà quindi a Riace, portando avanti insieme ai volontari l’assistenza ai 150 migranti rimasti. Il Governo, attraverso il ministro dell’Interno Salvini, ha decretato la fine del “modello Riace“, disponendo l’uscita dallo Sprar: “Siamo noi che vogliamo uscire, non voglio più avere a che fare con questo governo che non rispetta i diritti umani. Riace non finisce”, ha detto Lucano dopo l’udienza di riesame. 16 ottobre 2018

    Anche i comuni di Stignano e Caulonia insieme a Riace durante la crisi umanitaria di Lampedusa del 2009 diedero disponibilità di 200 posti a confronto di Milano che si rese disponibile per 20.

    Il “metodo Riace” è una sorta di riciclo nobile, il riutilizzo dell’enorme risorsa umana derivante dai drammatici sbarchi sulle coste italiane: TRASFORMARE UN PROBLEMA IN UNA SOLUZIONE
    "I migranti a Riace smettono di essere un peso per diventare motore di un’economia moribonda; non vengono ospitati in casermoni fatiscenti o in quei famosi hotel facile argomentazione di una certa parte, ma in case abbandonate di un borgo diventato presto una meravigliosa oasi di interculturalità.Il metodo Riace è geniale proprio nella gestione socioeconomica dei migranti, resi cittadini impegnati e produttivi. I 35 euro procapite destinati al sostentamento di profughi e richiedenti asilo vengono trasformati in cosiddette “borse lavoro” che vengono girate a cooperative, di cui fanno parte anche riacesi, che danno la possibilità a questi uomini e donne di imparare un mestiere che gli assicuri un piccolo stipendio. Si è creata anche una rete di esercizi commerciali convenzionati che permette ai migranti di provvedere personalmente con quello stipendio alle spese domestiche..."ABITANTI 1.605 nel 2001 , 2.238 nel 2016 2.309 nel 2017 SAPETE QUANTI SONO OGGI ?
    http://italia.indettaglio.it/ita/calabria/riace.html

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.49) 17 dicembre 2018 13:03
    Doriana Goracci

    ma che peccato un commento sprecato...da un signore che non ha neanche il coraggio del nome, se non impersonare il Finiamola...Cosa?