• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Da oggi sono con le donne indiane

Da oggi sono con le donne indiane

Si è parlato molto, anche troppo per i miei gusti, del parroco di San Terenzo che avrebbe affisso la locandina femminicida. Verrebbe da ridere se non ci fosse da piangere e non intendo dargli ulteriore importanza. Immagino che il suo scopo principale sia stato abbondantemente raggiunto: quello di essere sulla bocca di tutti come portatore di una sola verità. Manco ai tempi della caccia alle streghe ed alle crociate per salvare Gerusalemme. Pur essendo in vacanza a 400 km circa, sono stato solidale e presente con il pensiero alla manifestazione di protesta organizzata dal comitato spezzino di "Se non ora, quando" tenutasi sabato pomeriggio a San Terenzo.

Ora vorrei parlare di altro: un argomento più serio diventato attuale in questi giorni, tanto per rimanere a tema. Il mio pensiero va alla condizione delle donne indiane. Nascere donna in India, ancora oggi, equivale ad una condanna a morte: parliamo di una società di tipo patriarcale che priva le donne di ogni diritto e persino della dignità di esseri umani. Il loro destino è legato all'usanza della dote che rappresenta tuttora la strada per garantirsi il reddito per intere famiglie: un figlio maschio, per assicurarsi una rendita a vita grazie alla nuora.

Leggete questi articoli per credere:

Intervento della Segretaria Nazionale CGIL Susanna Camusso per la Manifestazione delle donne a San Terenzo

Vittima di stupro di gruppo si suicida a 17 anni

India, in fin di vita ragazza stuprata da branco, Sonia Gandhi: "Nostri pensieri sono con lei"

India, dove nascere femmina può essere la condanna a morte

il sito della Campagna dei 50 milioni: combattere il genocidio femminile in India

Direi che il materiale è sufficiente per farsi un'idea: non bastasse, Internet è una miniera di informazioni. Basta cercare e documentarsi.

Altro che perdere tempo con quel parroco...

Foto via

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares