• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Recensioni > Crimson Peak: una favola macabra e orripilante

Crimson Peak: una favola macabra e orripilante

Crimson Peak è un film del 2015 di Guillermo del Toro. La piccola Edith, dopo la morte della madre, vede il suo fantasma che le dice di stare attenta a Crimson Peak. Circa 14 anni dopo Edith è un’aspirante scrittrice ma al suo editore non piace la storia sui fantasmi che lei ha scritto.

Edith, non molto tempo dopo, conosce Thomas Sharpe, un giovane baronetto inglese che è in cerca di investitori per una sua invenzione che serve ad estrarre argilla rossa dai giacimenti minerari. Thomas non piace al padre di Edith, anche se costui non sa perché. Il padre di Edith, allora, paga un investigatore privato per sapere di più su Thomas e su sua sorella Lucille. Il padre di Edith viene a sapere che Thomas è sposato oltre a sapere altre cose del passato oscuro dell’uomo.

Edith riceve di nuovo la visita del fantasma di sua madre che le dice, ancora una volta, di stare attenta a Crimson Peak. In seguito il padre di Edith viene ucciso e la ragazza si trasferisce dagli Stati Uniti in Inghilterra per vivere con Thomas, dato che lo ama molto. Edith, Thomas e Lucille arrivano ad Allerdale Hall, un palazzo fatiscente che è di proprietà della famiglia Sharpe. Il palazzo di famiglia della famiglia Sharpe si presenta come un castello in rovina decadente e lugubre nel suo aspetto.

Edith vede altri fantasmi che la rendono inquieta e non sa perché tali esseri misteriosi la tormentano sia di notte che di giorno. Il castello della famiglia Sharpe è situato in un luogo dove c’è argilla rossa che trasuda dai muri del palazzo come fosse sangue. Il palazzo, allora, appare come un luogo sanguinario oltre che fatiscente e decadente, come detto sopra.

Edith è sempre più inquieta per le sue visione arcane e funeree. Con il fine di calmare Edith, Thomas la porta in città. Una violenta bufera di neve costringe i due a restare in città per la notte. Essi, dopo una lunga attesa, finalmente consumano il loro matrimonio. Lucille, quando viene a sapere della cosa, reagisce in modo oltremodo rabbioso e spaventa Edith.

Edith, in seguito, dopo una serie di eventi, scopre che Thomas è stato sposato tre volte con tre donne di Edimburgo, Londra e Milano. Thomas e la sorella hanno ucciso queste tre donne per avere i loro soldi. I due hanno anche ucciso la madre, in passato, come scopre in seguito Edith. Verso la fine del film Edith pugnala Lucille, la quale pugnala, a sua volta, il fratello uccidendolo. Il film finisce con Edith che uccide Lucille, la quale viene distratta per un instante dalla visione del fantasma del fratello.

Il film parla, tra l’altro, di un rapporto incestuoso tra Thomas e la sorella Lucille, rapporto scoperto da Edith verso la fine del film, rapporto che viene presentato come un qualcosa di libidinoso, lussurioso e alquanto malato. Il castello della famiglia Sharpe rappresenta le malefatte compiute da Thomas e Lucille: il castello trasuda “sangue”(argilla rossa) dalle sue pareti, sangue presente anche all’esterno della dimora in rovina.

Edith è colei che porta a galla tutta la verità taciuta per tanto tempo: un film che presenta inganno, omicidio, sofferenze indicibili delle vittime dei due killer fraterni, sofferenze che sembrano proseguire anche dopo la morte. Solo verso la fine del film, infatti, Edith, si rende conto che i fantasmi che la tormentano, in realtà, la vogliono solo mettere in guardia e farla scappare da un luogo di orrori terrificanti e oltremodo orribili.

Thomas e Lucille rappresentano il lato oscuro della natura umana, lato oscuro che, attraverso la figura di Thomas, ha attratto anche Edith, lato oscuro ben rappresentato anche dalle scenografie gotiche, romantiche e ottocentesche. Ottime, quindi le scenografie, che rendono conto di un’epoca ormai lontana. Ottimi anche i costumi come pure gli effetti speciali. Un film che racconta unafavola macabra e orripilante, un film che trasmette malvagità, crudeltà e ferocia ad un livello estremo.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità