• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Cesarezac

Cerco di non essere succube di condizionamenti , né di ideologie, né di confessioni religiose, sono assolutamente laico, ma cerco anche di non farmi condizionare dall'emotività , dalle paure, dall'invidia , in sintesi cerco di essere razionale, pragmatico. Le mie opinioni sono sempre basate sull'informazione. Ascolto sempre anche, direi soprattutto, chi non è della mia opinione e se ne ricorre il caso sono pronto ad ammettere di essere incorso in errore e a cambiare idea.
Oggi l'intercalare più diffuso è: "cioé voglio dire". Tutti vogliono dire non per trasmettere idee o per informare, bensì per sfogarsi. Pochissimi sono disposti ad ascoltare. Peggio per loro ; rinunciano ad imparare. 
Non cerco il consenso. Mi risulterebbe assai facile. Populismo e demagogia sono i punti deboli delle democrazie. Scrivo cose sgradite a molti. Moderatori e lettori sono avvisati.
Costituzione della Repubblica Art.21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Statistiche

  • Primo articolo sabato 01 Gennaio 2011
  • Moderatore da sabato 04 Aprile 2011
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 104 163 255
1 mese 2 2 0
5 giorni 2 1 3
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 193 177 16
1 mese 6 6 0
5 giorni 2 2 0












Ultimi commenti

  • Di Cesarezac (---.---.---.16) 19 marzo 2014 18:41

    Gottardo, mi scuso con te per avere usato un frasario che non mi è abituale e che peraltro non meriti.

    Purtroppo la situazione del nostro, Paese,è tragica e ognuno dei politici ci ha messo del suo.
    Francamente vivere in tale contesto non è piacevole e infatti molti stanno emigrando altrove, e, tra l’altro quelli che vanno via spesso sono i più intraprendenti e preparati il che non fa che impoverirci ulteriormente così come è successo in passato per il sud a favore del nord.
    Comunque la situazione del nostro Paese non è paragonabile a quella degli altri Paesi europei, noi abbiamo avuto il più potente partito comunista d’Europa, la nostra posizione strategica faceva gola a Stalin, noi abbiamo avuto gli anni di piombo con attacco allo stato il che non è stata una bazzecola.
    Cordiali saluti a tutti.
    CESAREZAC 
  • Di Cesarezac (---.---.---.16) 19 marzo 2014 10:17

    CARO GOTTARDO POSSO CONSIGLIARTI SOLAMENTE UNA VISITA PSICHIATRICA E LA LETTURA DEL GALATEO DI MONSIGNOR GIOVANNI DELLA CASA

  • Di Cesarezac (---.---.---.16) 18 marzo 2014 20:24

    Tutt’altro, auspico che finalmente nel nostro Paese sia restaurata la legalità, cessi la guerra civile in atto da mezzo secolo, che in nome della contestazione e trasgressione sessantottina ci ha condotto ad una situazione miserevole, tutti i parametri dicono che siamo diventati il peggiore Paese d’Europa a cominciare dall’incultura di una larga parte della popolazione.

    Ho fiducia nelle riforme nei programmi di Matteo Renzi. 
  • Di Cesarezac (---.---.---.16) 18 marzo 2014 20:14

    DI PAOLO, lei nega che il governo Berlusconi così come il governo Prodi siano stati i soli eletti dal popolo?

    Lei nega che il governo Berlusconi sia stato fatto decadere ad opera di un complotto ordito da presidente della repubblica Giorgio Napolitano?
    Secondo lei il corpo dei magistrati è tutto super partes?
    Ebbene vi sono autorevoli magistrati che anche recentemente hanno denunciato il contrario.
    Lei nega che esista una combriccola di magistrati organizzata per fini politici che non esito a definire eversivi?
    Accetto con orgoglio di essere definito giapponese.
    Invece, mi pare che lei sia uno degli ultimi nostalgici del comunismo stalinista.
    Come le pare che sia andato il nostro Paese governato negli ultimi due anni e mezzo da Monti e Letta?
    Li richiamerebbe al governo? In caso affermativo mi spiega come richiamerebbe in vita gli imprenditori e lavoratori suicidatisi ad un ritmo impressionante, anzi, senza precedenti, in questi due anni?
    Nell’attuale drammatica situazione di un Paese sinistrato non si sono verificate le violente dimostrazioni di piazza con corollario di atti vandalici, di incendi ai blindati dei carabinieri abituali quando non è al governo la sinistra.
    E’ chiaro che la sua parte politica è disposta a sacrificare il Paese pur di prendere il potere. 
  • Di Cesarezac (---.---.---.59) 14 febbraio 2014 23:23

    Chiacchere, Napolitano è rimasto assolutamente spiazzato oltre che fortemente contrariato, ha dovuto incassare un duro colpo.

    Ma Renzi nonostante i numerosi e chiari moniti che ha lanciato a Letta, ha spiazzato tutti, ma non il sottoscritto.Leggete il mio articolo: "Renzi, un uomo nuovo".
    cesarezac

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Ambiente

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità