• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > COMPRO ORO sprofondando

COMPRO ORO sprofondando

Ieri, 11 gennaio 2021, mi sono recata allla vicina Ronciglione, dove per il "c'era una volta", c'era anche un famoso carnevale che rivedremo forse nel 2022 se tutto va bene e dalla mia automobilina, è una vecchia Aixam battuta dal gelo, ho visto nella sua piazza una grande insegna al posto di ben altro negozio dove campeggiava un COMPRO ORO.

Non è una novità questo commercio e la mia mente è andata agli anni '70 quando entrando in Comit e in Borsa, scoprii, che tanti in cassetta avevano i lingotti d'oro come Paperon de Paperoni, e in fondo anche mio padre che era andato in pensione nel 1978, morto per cancro dopo solo un anno, ritenne lasciarci in cassetta a noi tre figlie e a mia madre delle monete d'oro, le sterline, che avevano una quotazione quotidiana, perché pensava lui, che in momenti difficili l'oro è una risorsa, non è mai carta straccia. E aveva ragione. Ma i momenti difficili sembrano non avere fine. Stamattina ne scrivo perché è notizia letta sull'Ansa: "Ventidue minatori sono intrappolati in profondità da quasi due giorni a causa di un'esplosione in una miniera d'oro in costruzione a Qixia, nella provincia orientale cinese di Shandong.

JPEG - 123.7 Kb
oro e figurine italia

L'esplosione, avvenuta domenica pomeriggio, hanno reso noto le autorità sui social, ha seriamente danneggiato la scala utilizzata dai minatori per risalire in superficie e il sistema di comunicazione. Finora, quindi, non c'e' stato alcun contatto con i minatori. Un team di soccorritori è stato inviato a Qixia. La miniera è di proprietà della Shandong Wucailong Investment Co. Ltd. Secondo i media cinesi, le autorità hanno mobilitato i team di soccorritori al sito di proprietà della Shandong Wucailong Investment, per fronteggiare l'ultimo di una serie di incidenti che periodicamente colpisce l'industria mineraria in Cina a causa negli standard di sicurezza scadenti. A dicembre, 23 minatori sono deceduti in un sito nella città di Chongqing, nel sudovest della Cina, appena pochi mesi dopo la morte di altre 16 persone a causa dell'avvelenamento da monossido di carbonio in un'altra miniera di carbone della città."

Era febbraio del 2018 quando si poteva apprendere: "900 minatori sono rimasti intrappolati sotto terra in una miniera d’oro della provincia sudafricana di Free State".

Per curiosità cerco altre notizie e trovo invece una foto del dado Liebig, leggo meglio: "Da secoli era noto che le rocce del masso del Monte Rosa contengono del minerale aurifero, nondimeno, dapprincipio, soltanto alcuni avventurieri si arrischiarono nelle gole più selvagge per cercarvi, valendosi di rudimentali attrezzi, il prezioso metallo. In seguito i mezzi di estrazione si perfezionarono, ma, in mancanza di capitali, i risultati rimasero meschini. Da circa una ventina d’anni si è costituita una società inglese “The Monte Rosa Mining Company”, la quale procedette ad uno sfruttamento razionale ed intenso. I centri principali della sua attività si trovano attualmente ad Alagna, sul versante sud, e a Pestarena presso Macugnaga sul versante ovest del Monte Rosa. Gli stabilimenti si estendono fino alla capanna Vincent, a 3200m di altezza."

E in effetti, sempre entrando meglio-sprofondando-era il 1dicembre 2018 quando si annunciava dall' Ossolanews.it che "nei Comuni della Valle dell’Oro anche quest’anno sarà celebrata Santa Barbara qui ricordata e invocata quale patrona dei minatori. Le ultime miniere d’oro sono chiuse da oramai sessant’anni ma vivo resta il ricordo e la devozione per Santa Barbara.Da Macugnaga a Pieve Vergonte ci sono state (e ci sono) miniere aurifere.
Pochi i testimoni viventi che in queste miniere hanno lavorato..."

Concludo con il testo e il video della magnifica canzone dal film Goldfinger, che qualcosa suggerisce ancora dopo decine di anni: "Lui è l'uomo, l'uomo dal tocco di Mida, un tocco di ragno. Un dito freddo; ti invita ad entrare nella sua rete di peccato; Ma non entrarci! Parole d'oro inietterà nelle tue orecchie, ma le sue bugie non possono mascherare ciò che temi. E una ragazza d'oro sa, che quando lui la bacia, quello è il bacio della morte, di Mr. Goldfinger; Ragazza, non fidarti del suo cuore d'oro, il suo cuore è freddo! Lui è l'uomo, l'uomo dal tocco di Mida, un tocco di ragno.Un dito freddo; ti invita ad entrare nella sua rete di peccato;Ma non entrarci! Parole d'oro inietterà nelle tue orecchie, ma le sue bugie non possono mascherare ciò che temi. E una ragazza d'oro sa, che quando lui la bacia, quello è il bacio della morte, di Mr. Goldfinger;Ragazza, non fidarti del suo cuore d'oro, il suo cuore è freddo! "

Doriana Goracci

 

Commenti all'articolo

  • Di Marina Serafini (---.---.---.228) 13 gennaio 00:58
    Marina Serafini

    Carissima, recentemente mi sono imbattuta nel documentario di Wenders "Il sale della terra", uno straordinario lavoro che si apre con immagini sconvolgenti di un campo di scavo per la ricerca di oro. Le persone, afferenti da ogni parte del mondo e da ogni tipo di condizione sociale, vengono a lavorare spontaneamente con l’intento di arricchirsi. Si tratta di un enorme spazio, rivestito all’interno di scale e corpi umani in quantità impensabile, che scavano incessantemente allo scopo. Sembra un campo di prigionia da incubo. E a dirla tutta, in effetti, lo é. Poi, in altra sede, ho trovato un dato pubblicato dalla Nasa, secondo cui, in quella zona - al confine tra Perú e Amazzonia - in soli 5 anni la foresta ha perso 206 km quadrati a causa della estrazione dell’oro. Ecco che l’uomo degrada se stesso e l’ambiente in cui vive - e quindi, di nuovo, se stesso - per correre dietro a una idea di benessere che la struttura sociale impone come dignitosa. Ma la dignità che porta l’uomo a non rispettare se stesso, può davvero fregiarsi di tale nome?

    • Di Doriana Goracci (---.---.---.64) 13 gennaio 08:33
      Doriana Goracci

      Marina cara in questo momento ho scritto su FB,sulla mia pagina...Non sono sconcertata sono stanca e so che questo non è che l’inizio di una giornata qualsiasi. In Italia. A due passi da me, solo la crisi di un piccolo grande Paese che è malato,anziano. Fategli il vaccino o rischia di morire.

      E ti abbraccio, questo post, differentemente da altri che hanno avuto molto clamore e attenzione, è stato letteralmente snobbato, evidentemente tu ed io abbiamo qualcosa in comune. Tra 4 gatti.

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità