• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Bruto

Bruto

Pensionato in attesa di giudizio.
Sport preferito: ozio sincronizzato.

Statistiche

  • Primo articolo domenica 05 Maggio 2016
  • Moderatore da martedì 05 Maggio 2016
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 74 3 0
1 mese 6 0 1
5 giorni 3 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 0 0 0
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0

Termometro

  Termometro

20 Feb. 2017 | Bruto  


  Cannabis

Cannabis

17 Feb. 2017 | Bruto  


TV

  TV

15 Feb. 2017 | Bruto  


  Sinistra

Sinistra

10 Feb. 2017 | Bruto  


Corruzione vs Festival

  Corruzione vs Festival

8 Feb. 2017 | 1 commento | Bruto  


Celibato

  Celibato

2 Feb. 2017 | Bruto  


  Pil

Pil

19 Gen. 2017 | Bruto  


Minori

  Minori

17 Gen. 2017 | Bruto  


Natale

  Natale

31 Dic. 2016 | Bruto  


Corruzione

  Corruzione

8 Dic. 2016 | Bruto  



Ultimi commenti

  • Di Bruto (---.---.---.65) 16 gennaio 11:19
    Bruto

    La corruzione è prerogativa e strumento di ricchezza nelle mani del potere che si serve (anche) della malavita. La burocrazia è il mezzo che utilizza per impedirne l’eliminazione.

  • Di Bruto (---.---.---.194) 29 ottobre 2016 11:33
    Bruto

    Sarebbe interessante una ricerca sulla percentuale di insegnanti che leggono almeno uno o due libri all’anno. Aspettarsi che i ragazzi leggano, indaffarati come sono a messaggiare, giocare ai video games, prepararsi alle varie selezioni di X Factor, immersi e sommersi da un interminabile quanto ingannevole e illusorio tsunami televisivo di fittizie e fasulle opportunità, beh, mi pare quantomeno patetico. 


  • Di Bruto (---.---.---.162) 19 giugno 2016 12:22
    Bruto

    Le cose sono un po’ più complesse. Sintetizzando, il problema non è tanto il lavoro nero esentasse, abitudine e costume italico assolutamente in linea con tutto ciò che avviene in ogni settore del paese, il problema vero è che la professione di insegnante non si materializza (o non dovrebbe) nelle ore di lavoro in classe in compresenza con gli alunni, ma "dovrebbe" avere la sua dimensione e attuazione a casa, nella fase fondamentale ed essenziale di rielaborazione dei segnali avuti in aula, dall’esame e verifica delle "risposte" della classe e individualmente da ogni alunno, e con ciò che dovrebbe essere pianificato (teoricamente, ma, soprattutto, praticamente): il lavoro del/dei giorni successivi. E’ chiaro che ciò richiede tempo e il tempo (escludendo un altro mondo e un’altra dimensione parallela ancora solo teorica...) o lo impieghi nelle attività di cui sopra o lo passi a fare lezioni private e altro. Come vanno le cose e i risultati relativi sono sotto gli occhi di tutti.

TEMATICHE DELL'AUTORE

La vignetta del giorno





Palmares