• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Scienza e Tecnologia > Auto elettrica tutta Italiana debutta al Motor Show di Bologna

Auto elettrica tutta Italiana debutta al Motor Show di Bologna

Anteprima mondiale al prossimo Motor Show di Bologna per la elettrica tutta italiana Tazzari Zero.

La Tazzari Zero, vettura tutta elettrica realizzata dalla omonima factory di Imola, sarà presentata il prossimo Dicembre al Motor Show di Bologna. La Tazzari,che in questi giorni sta creando la rete di vendita in Italia, Europa e negli USA, ha annunciato che la Zero - citycar a due posti, dotata di un doppio bagagliaio della capienza complessiva di 160 litri - sarà messa in vendita a Gennaio del 2010.

Grazie al telaio, realizzato in alluminio nelle fonderie del Gruppo Tazzari e riciclato al 100%, la leggerezza della vettura sarà un atout, assieme ai costi estremamente contenuti: nei consumi (la scheda tecnica indica fino a 65 km con 1 euro) e nella manutenzione, di fatto inesistente.

La propulsione è garantita da un modulo di 24 batterie al litio (da 3,2V ciascuna) a ricarica veloce, realizzate su misura e che saranno in grado di fornire una coppia di 150 Nm e di spingere la "micro elettrica" a 90 km/h e di permetterle di raggiungere i 50 km/h, con partenza da fermo, in meno di 5 secondi.

Estremamente compatte (ma non "minime", e apprezziamo questa scelta) le dimensioni: la Tazzari Zero, dalla linea accattivante e che strizza l’occhio alle piccole sportive, è lunga 2,84 m e larga 1,55 L’altezza è di 1 m e 40, mentre il peso con le batterie (caricabili in 9 ore, con il caricabatterie Standard, ad alimentazione monofase, oppure in 6 ore con caricabatterie Multifast in monofase, o in 50 minuti, all’80%, con il caricabatterie Superfast e alimentazione trifase) è di 542 kg per una autonomia di 140 km. Il motore, asincrono trifase, trasmette la trazione alle ruote posteriori.

Ed è già possibile conoscere la dotazione di serie e gli accessori a richiesta. Di serie, la Tazzari Zero, per la quale si è imposto un prezzo di vendita inferiore a 20 mila euro, è equipaggiata con cerchi in lega da 15" (su pneumatici 175/65), antifurto con immobilizer, impianto stereo RDS con lettore mp3 e CD, tetto apribile in cristallo ad apertura inclinabile o removibile, sedili in finta pelle, impianto di illuminazione posteriore a LED, retronebbia e luce di retromarcia.

Gli accessori a richiesta sono: cerchi in lega di colore bianco o nero, il modulo composto da alzavetri, antipanico e sirena disinseribile, e i caricabatterie Multifast e Superfast.

Se i 20.000 euro (o poco meno) dichiarati fin d’ora come prezzo d’acquisto non sono pochissimi, bisogna valutare che tale somma può essere ampiamente ripagata dai consumi (quasi inesistenti) e dalla manutenzione pressoché assente, oltre al fatto di poter essere omologata come quadriciclo a motore, con evidenti vantaggi fiscali e assicurativi.
Le schiavitù create dal petrolio per decenni, sono oramai destinate a diventare ricordi, il mondo ha imparato la lezione, il ricatto petrolifero per intere nazioni sta per terminare.

Commenti all'articolo

  • Di malatempora (---.---.---.189) 28 marzo 2009 14:12

    Una domanda molto banale: l’energia elettrica per far funzionare queste auto da dove si ricava?Bisognerà pur produrre l’energia elettrica necessaria a ricaricare le batterie e se non sbaglio una buona parte si ricava ancora dal petrolio.

  • Di GIUSSAM (---.---.---.200) 28 marzo 2009 14:55

    per l’auto che pare sia 20mila eur mi sembrano un’esagerazione
    Non credo ne venderanno molte a quel prezzo.
    Se non sbaglio ci sono molte altre fabbriche all’estero che verranno a vendere auto elettriche sicuramente a un prezzo molto più basso, da quel che ho visto in giro anche le macchine sono più degne di questo nome, cioè 5 porte, 4 o 5 posti ecc.

    • Di Tiz (---.---.---.67) 15 aprile 2009 19:48

      Visto che 20 mila euro ti sembrano tanti, o addirittura un’esagerazione,
      e visto che credi non ne venderanno molte, evidentemente non sei un grande conoscitore della realtà di cui stiamo parlando: TRAZIONE ELETTRICA,
      potrei soffermarmi a spiegare con semplici calcoli quanto e come queste vetture si ripagano da sole con il costo inesistente di utilizzo e manutenzione, oppure potrei tediarti spiegandoti come un mezzo che NON ha combustione interna e non utilizza combustibili fossili e inquinanti possa essere alimentata con molteplici energie pulite e rinnovabili o quasi infinite con IL SOLE, ma l’ovvio e il banale non sono i miei argomenti preferiti,

      vorrei invece farti un’altra domanda, visto che sembri avere molte facili risposte:

      ESISTE UNA VETTURA CON BATTERIE AL LITIO A MENO DI 30 MILA EURO AL MONDO?

      visto che non puoi darmi una risposta o un nome, perchè non esiste,
      ti illumino io volentieri con qualche esempio:

      REVA GWIZ COSTO CIRCA 16 MILA EURO
      (made in India, orribile, valla a cercare e capirai cosa intendo)
      , con BATTERIE AL PIOMBO! vendute oltre 3 MILA al Mondo! (quasi 2 mila solo in Inghilterra)

      Oppure THINK COSTO 25 MILA SENZA BATTERIE
      (Made in Norvegia, già molto meglio di Reva, ma con molti problemi e uncanone di centinaia di euro da pagare tutti i mesi per i problemi delle batterie al CADMIO, NON HA BATTERIE AL LITIO)

      Poi una marea di cose orribili dalla CINA, ovviamente Con Batterie AL PIOMBO

      poi zero, zero assoluto, oppure questa T ZERO, che è già molto meglio:

      Questa T ZERO fa 150 km con 2 euro, 80 mila km di vita batterie, 4 freni a disco con KERS,
      accelera da 0 a 50kmh in meno di 5 secondi, contro i circa 20 secondi di tutte o quasi le sopracitate,
      ha la trazione posteriore, ruote di 175/55 con cerchi in lega di 16 o 15 pollici,
      telaio Space Frame in alluminio, BATTERIE AL LITIO
      ed è MADE IN ITALY

      Quindi il sunto è: Ma LO SAI DI COSA STAI PARLANDO?

      o magari preferisci una FIAT 500 al Litio, questa ha già molto più senso,
      se hai voglia di aspettare il 2012 e hai 40 mila euro da spendere, allora sono d’accordo con te, questa è una Validissima alternativa, tutto il resto sono chiacchiere, con poca competenza in merito.

  • Di Tiz (---.---.---.67) 15 aprile 2009 19:54

    PS:

    se non si era capito, questa T ZERO è una grande invenzione, a me piace molto,
    sia dal punto di vista estetico del design (anche se non ho mai visto gli interni),
    sia dal punto di vista tecnico, dove eccelle senza dubbio su qualsiasi veicolo della categoria al Mondo,

    vere alternative nel 2010 non esistono

    Poi mi piace molto la Tesla Roadster (filosofia simile in grande),
    ma costa oltre 100 mila euro. è decisamente un altro mercato

    • Di Astrolab (---.---.---.183) 15 aprile 2009 21:31

      Noi Italiani, siamo capaci di pagare la benzina con i prezzi piu’ cari al mondo e non fare nulla pe protestare, come ora che il petrolio è tornato a costare come tanti mesi fa,q uando un litro di benzina non arrivava a 80 centesimi, e continua a usare e mungersi senza che nulla sia successo, ma si lamenta se esce un’auto che in pratica costa niente rispetto ad una fiat 500 (piu’ di 17 mila euro) che invece con la manutenzione ne costa altrettanti in piu’ anni, è proprio vero, quando Galileo diceva che il sole era fermo, e la terra gli girava intorno, l’hanno pure messo in galera, otlre che scomunicato...... non ho parole...

  • Di (---.---.---.102) 20 giugno 2012 10:33

    Ben detto Astrolab,purtroppo noi italiani siamo bravi solamente con le parole ed i discorsi...mentre i fatti li lasciamo agli altri. Ci stupiamo che in Germania il mondo del fotovoltaico stia sconvolgendo l’economia del Paese e in Italia stiamo ancora a pensare e riflettere sui vantaggi/svantaggi(??) di questi impianti. 

    Altro nodo di questione:su 10 persone intervistate,7 dicono che il problema dell’acquisto di una auto non è il costo iniziale,quanto il mantenimento. E allora perchè non credere in questo modello che ha costi praticamente bassissimi per la sua vita?
    Forse ci stiamo solo prendendo in giro e mentendo a noi stessi...
    Per quanto riguarda la Tesla...è tutto un altro prezzo,ma le prestazioni sono di tutto rispetto. 400 km di autonomia e 0-100 in meno di 4 secondi,oltre che una tecnologia nella progettazione e realizzazione da capogiro! Veramente un gran gioiellino!!
    Forse ci stiamo solo prendendo in giro e mentendo a noi stessi...
  • Di (---.---.---.31) 20 giugno 2012 18:49

    Quando misi questo articolo, diverso tempo fa, subito le varie critiche e dubbi si sono espressi, oggi, alla fine di giugno 2012, credo che il tutto scritto aveva una solida realtà, il mondo intero si sta muovendo verso veivoli ibridi e vicoli a sola energia elettrica, i prezzi e le varie case di automobili, offrono soluzioni diverse, certamente dobbiamo attendere per avere auto che possono gestire autonomie pari alla benzina, ma solo in europa case come la Mercedes, Audi, BMW, Renault, Citroen e via dicendo, sanno che la linea del petrolio è gia lantana, dietro di noi infatti i suoi consumi sono calati, vedi i prezzi e vedi le maggiori sensibilità dei Governi verso un ecologia che rende il pianeta migliore, dunque ci siamo, questione di tempo,e credo che le elettriche saranno le sole auto che non ci renderano piu’ schiavi dei consumi, e manutenzione, piu’ le tasse folli che un mezzo da trasporto deve pagare, sopratutto in Italia.

    Gli scettici, sono semplicemente chi ha bende sugli occhi, e se credete che l’uomo sia capace di migliorarsi, questa è una di quelle cose.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares