• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Al supermercato la coda è maleducata

Al supermercato la coda è maleducata

Al supermercato la coda è l'indice della maleducazione: all'apertura di una nuova cassa, il più veloce balza davanti agli altri senza rispettare le posizioni ...

«E' in apertura la cassa quattro»

La voce suadente annuncia il miracolo. Il supermercato sembra la stazione centrale all'ora di punta e noi consumatori dei pendolari confusi.

Le file alle uniche due casse aperte superano il livello critico, i tempi di attesa generano irritazione.

Sono al centro della lunga coda, la scia di persone ansiose si districa come un serpente fino agli scaffali della carta igienica.
Davanti a me una donna parla al cellulare mentre osserva il carrello stracolmo; ha comprato le riserve per l'intero mese. Dietro, seguono almeno una decina di individui di ogni età, razza, colore ... tutti carichi di merci.

L'impazienza agita la fila: in un mondo veloce ed ipertecnologico restare immobilizzati per pagare il conto della spesa diviene una situazione kafkiana.

Indispettiti per l'estenuante pausa, imprechiamo contro la solita carenza di personale.

La fila al supermercato come la peggior partenza di formula1

Il sorpasso

Poi l'annuncio liberatorio: «E' in apertura la cassa quattro»
L'anziana signora alle mie spalle, con un balzo felino, si lancia e diviene la prima della nuova fila.
Due giovani - gli ultimi della coda - senza alzare lo sguardo dallo smartphone, saltano dietro l'agile vecchia.
Due uomini dell'altra fila, con uno slalom degno del miglior Alberto Tomba, guadagnano la quarta e quinta posizione.

Fermo nella mia coda dimezzata, superato dagli sprint dei maleducati, resto sbigottito.

E la precedenza?

La regole del vivere civile imporrebbe il rispetto delle posizioni: se al supermercato apre una nuova cassa, la fila che si crea dovrebbe rispettare le disposizioni presenti nelle altre code.

Dare la precedenza a chi ti sta davanti evitando comportamenti scorretti stile peggior Formula1. Una principio elementare tra persone educate ignoto ai tanti «mostri» che affollano le code dei supermercati nostrani.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità