• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > Al mare? In treno. Ieri pomeriggio,...

Al mare? In treno. Ieri pomeriggio,...


Al mare? In treno.

Ieri pomeriggio, sulla FR3 Roma Ostiense-Cesano. Una signora comincia a lanciare insulti contro le ferrovie. Le chiedo il motivo, e mi risponde: "mi hanno detto che questo treno non effettua fermate intermedie, invece si ferma di continuo". Le faccio una domanda ingenua: "ma chi le ha dato questa informazione?" Risposta: "Le persone che aspettavano alla stazione Valle Aurelia". Quindi non un ferroviere, un funzionario, oppure un orario sbagliato, un tabellone elettronico. No: la fonte delle informazioni sbagliate erano i clienti, e se i clienti sono disinformati la colpa è delle ferrovie.

Eppure l’orario affisso a Valle Aurelia era giusto. L’annuncio acustico era corretto. Il tabellone elettronico riportava le informazioni correttamente. Ecco qual è il rischio: se ci abituiamo, per sfiducia verso le ferrovie, a ignorare i canali di informazione istituzionali, e ci fidiamo delle informazioni ricevute dal primo che passa, il risultato è che i clienti , anche quando il disservizio non c’è, lo creano loro. Un disservizio di riflusso.

Su scala più grande, se le ferrovie vengono percepite per default come un mezzo di trasporto sfigato, e le persone non prendono più treni regionali, non c’è da soprendersi se Trenitalia investe tutto sulla TAV, che è ancora ammantata di un qualche fascino inafferrabile, e taglia i servizi locali, di cui invece - specie intorno alle grandi città - c’è un gran bisogno.
sseveraPochi romani sanno, ad esempio, che in treno è facile ed economico arrivare al mare, invece di infilarsi negli eterni ingorghi del weekend. L’unico treno a cui è riconosciuta questa funzione è la ferrovia Roma-Ostia, che non è gestita da Trenitalia, e che non mi pare che brilli granchè per decoro ed efficienza del servizio.



Con la FR5, invece, si arriva da Termini, Ostiense, Trastevere e San Pietro, in treni abbastanza rapidi e comodi, a Ladispoli e (molto meglio) Santa Severa, con fermate a 10 minuti a piedi dalla spiaggia.

Per chi preferisce il litorale sud, con la FR8 si arriva in un’ora da Termini a Lavinio, con la Fermata di Marechiaro a 10 minuti a piedi dal bagnasciuga, in un punto dove si fa un bagno niente male.
marechiaro

Provate ad arrivarci con la simpatica combinazione Pontina-Laurentina, che so, un sabato mattina. Perchè le ferrovie non pubblicizzano meglio questi servizi, si cui la stragrande maggioranza della gente semplicemente ignora l’esistenza? E’ un caso evidente di situazione lose-lose, in cui le FS interpretano il ruolo di un gigantesco Tafazzi che però si consola guardando la gente intrappolata nelle lamiere. Complimenti.




Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares