• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Addio Karl Lagerfeld: Genio e Maestro dello stile europeo

Addio Karl Lagerfeld: Genio e Maestro dello stile europeo

Lo Stile è un'attitudine” era solito dire, eppure, come per tutti i grandi geni, non esiste una tipologia, un “modus” che gli sia proprio. Per Karl Lagerfeld infatti Moda, fotografia, film sono la sua vita e sono come la vita: immediatezza, spontaneità, intuito

“Non voglio definirmi attraverso un genere che ripeto all'infinito: il mio Stile è quello del momento”, così parlava poco e malvolentieri del passato perché, a differenza di molti altri che al passato si voltano per prendere ispirazione, per Lagrefeld l'ispirazione è il presente: “a la recherche du temps perdu on perd son temps” era solito dire. Vale per i film, per la fotografia, vale soprattutto per la moda: l'abito deve adattarsi allo stile di una donna e dunque allo stile della donna di oggi. Vicinanza insomma per molti aspetti con lo “Spirito danzante di Dioniso” proprio del suo autore e filosofo preferito: Nietzsche. Figlio del banchiere Christian Lagerfeld, Karl nasce ad Amburgo nel 1933 e si forma negli ambienti della ricca borghesia e dell'aristocrazia tedesche. Si trasferisce con la madre, Elisabeth, a Parigi nel 1953 e già due anni dopo vince un concorso, il primo di una lunga serie, per un cappotto e ottiene un posto da Pierre Balmain. Il successivo è un concorso per vestiti sponsorizzato da Yves Saint Laurent. Collabora con diverse grandi firme della moda d'oltralpe ed anche con quelle italiane, le due più durature sono con Chanel e con Fendi. La fondazione del suo marchio, Lagerfeld, è del 1980 e con lui hanno lavorato le più importanti fotomodelle, tra le tante Claudia Schiffer, e fotografi questi ultimi accomunati al nostro dalla comune passione per la fotografia. In piena attività fino a qualche settimana fa, gioia nella vita spontaneità, capacità di meravigliarsi lo hanno accompagnato fino alla fine della sua vita: “faccio ciò che amo sono sempre in sintonia con il mio tempo non so se è fiuto o intuizione... faccio il mio Mestiere: io faccio la Moda”

francesco latteri scholten.

Foto: Siebbi/Wikimedia Commons

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità