• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cultura > AL-YAMAN - Storia dello Yemen Contemporaneo di Lorenzo Mazzoni‏

AL-YAMAN - Storia dello Yemen Contemporaneo di Lorenzo Mazzoni‏

L’era degli ebook è arrivata anche in Italia?

Difficile dirlo, di certo alcuni passi sono stati compiuti, sempre più editori mettono a disposizione il proprio catalogo (o parti) in formati epub compatibile con tutti i dispositivi più comuni (iPhone, smartphone, iPad, Tablet, portatili e in generale tutti i pc).
 
Un esempio abbastanza interessante a mio avviso è il nuovo servizio lanciato da La Repubblica: si chiama ‘Storiebrevi’ e permette di leggere storie che impegno per un tempo variabile dai 3 ai 12 minuti circa di lettura, attraverso uno spazio web pensato appositamente per i cellulari (s.repubblica.it/storiebrevi). Il servizio resta gratuito la prima settimana, poi costa 1,99€ a settimana. Attualmente il catalogo è già abbastanza fornito di racconti divisi per genere, tipologie di storie e durata.
 
Oggi però segnalo un saggio, uscito il 12 ottobre per Eiffel Edizioni: AL-YAMAN, Storia dello Yemen Contemporaneo, di L. Mazzoni‏.
 
Per chi già fatica a immaginarsi la lettura di un romanzo o un racconto sul telefonino o il tablet, probabilmente un saggio non è nemmeno pensabile in formato ebook.
 
Ciò nonostante consiglio di provarci: questo testo di Mazzoni è curato, esaustivo, storicamente approfondito, ricco di sguardi da vicino sull’attuale realtà nonché sugli ultimi anni.

Mazzoni conosce la materia, il testo è frutto d’un importante lavoro di consultazione, analisi e approfondimento ma nasce anche dall’osservazione diretta, ed è l’autore stesso a chiarirlo con semplicità nell’introduzione:
 
“Ho abitato a Sana’a, capitale dello Yemen, tra il 2005 e il 2007. Arrivai nel luglio del 2005. In quei giorni, in città, i disordini provocati dall’aumento del prezzo della benzina avevano causato la morte di trentacinque dimostranti e quattro uomini delle forze di sicurezza. Dalla terrazza di casa mia, in un vicolo dietro il suq dei vasai, i colpi dei kalashnikov dei soldati si mischiavano a quelli sparati per festeggiare qualche matrimonio (il divieto di entrare in città senza armi da fuoco è stato varato solo nel 2007)”.
Molto sensate e ben integrate nel saggio anche le immagini, proposte prima della vera e propria trattazione. Una sorta di preludio, una ‘sbirciata’ tra mappe, luoghi e corpi, ma anche atmosfere ed espressioni. Alcune delle fotografie sono dello stesso Mazzoni.
 
Dello Yemen in Italia non si ‘dice’ granché, ciclicamente arrivano echi di scontri, morti, tensioni politiche… lo Yemen resta un posto lontano, parte di quel mondo arabo che ancora divide e non solo dopo l’11 settembre.
 
Mazzoni propone dunque una varietà di sguardi, tra passato e presente, analisi sociali, storiche e politiche. Il testo è suddiviso in capitoli scorrevoli, si legge anche senza rispettarne la sequenzialità.
 
Se avete poco meno di tre minuti, già il booktrailer è in realtà una prima carrellata sulla realtà dello Yemen (piuttosto che un’accattivante promozione al testo in senso stretto):
 
 
L’interesse dell’autore trapela tra le pagine, la necessità di raccontare, approfondire al di fuori dei comuni registri accademici, cercando la polvere. Già a partire dall’immagine in copertina, scattata dall’autore in preciso momento che ha spiegato in un’intervista di Caterina Saracino:
“Ero dalle parti di Ibb, ci ero arrivato dopo un viaggio estenuante su una macchina sfasciata in compagnia di altre otto persone (nel bagagliaio erano stati installati due seggiolini per permettere a tutti di starci), masticando qat ed estraendo continuamente il passaporto ai continui posti di blocco. C’era molta tensione in quel periodo, era il 2005, a Sana’a e in altre città c’erano stati scontri a fuoco per protestare per l’aumento dei prezzi del carburante, ed erano morte molte persone. I militari erano diffidenti, sono anche stato scambiato per una spia da ragazzi in divisa che non avevano probabilmente molta dimestichezza con un occidentale. Ero arrivato in questo paese arroccato su una montagna e mi sgranchivo le gambe. La donna e sua figlia guardavano e si sono fatte fotografare”.
Il testo si conclude con, in appendice, alcuni articoli di Mazzoni pubblicati su Il Fatto Quotidiano a partire da settembre 2011; e alcune riflessioni dell’ex Ambasciatore italiano dello Yemen, Mario Boffo, che ricoprì il ruolo dal 2006 al 2010.
Se vi è un elemento unificatore dei vari e complessi periodi della storia Yemenita degli ultimi tre millenni, questo risiede nel carattere strategico del territorio e della sua collocazione geografica fra Mediterraneo ed Estremo Oriente. È per questo motivo, oltre che grazie ai commerci di incensi, che i vari regni dell’antichità (Saba, Main, Kataban e Hadramout) fiorirono, facendosi necessaria tappa dei commerci e della navigazione.”
(Inizio dell’intervento del dott.Boffo)
Segnalo che l’acquisto, euro 6,99, si può fare direttamente sul sito dell’editore attraverso paypal o carte di credito: entro 24/48 ore si riceve via email una cartella compressa contenente la tipica versione epub ma anche il formato pdf e la copertina. E’ dunque possibile sfogliarlo comodamente dal proprio pc in un formato ormai familiare ovunque apribile con Adobe Reader o programmi affini, quanto ricorrere direttamente ai reader specifici per ebook.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares