• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Media > Professionalità nel giornalismo

Professionalità nel giornalismo

Così è anche se non vi ’pare

Appena inviato a "La Repubblica"

 
Scrivere 3000 kW non è la stessa cosa cosa che scrivere 3000 kWh.
Invito pertanto il giornalista (?) Benna ad approfondire gli argomenti POTENZA ed ENERGIA.
Provate a rispondere alla seguente equivalenza di seguito proposta e capirete perché non è una questione di lana caprina.
 
3000 kWh sono pari a kW-anno ?
 
In un anno ci sono giorni 365x24 ore-giorno cioé ore 8760 per anno per cui otterremo che l’impianto fotovoltaico proposto di 40 m^2 produrrà quanto un impianto di generazione elettrica di potenza nominale di kW 0,324 in un anno.
 
Da ultimo il prezzo: non vi dicono niente 15’000 Euri per 40 m^2 ? Cioé 375 Euri/m^2 ?
Nel prezzo non vengono menzionati gli indispensabili armadi elettrici inverter.
 
 
 
 
 
Consiglio la lettura del libretto scaricabile gratuitamente dal collegamento riportato sopra per comprendere certi schemi a prima vista incredibili.
 
Distinti saluti
 
Renzo Riva
 
Energia e Ambiente
Nuovo PSI F-VG
e
C.I.R.N. F-VG
(Comitato Italiano Rilancio Nucleare)
 
Via Avilla, 12
33030 Buja - UD
 
349.3464656

Potenza dei numeri

COS’È L’ E N E R G I A?
Energia è la capacità di svolgere lavoro, nello specifico lavoro meccanico.

L’energia trasformata in lavoro meccanico si concretizza in beni di consumo e in servizi, in definitiva in benessere. Maggiore è la quantità d’energia fruibile a basso costo, maggiore è la quantità di lavoro meccanico, beni e servizi, grazie ad essa fruibili, in definitiva maggiore è l’opulenza d’una società.
 

Come si fa ad avere un’idea a "misura d’uomo" della quantità d’energia che oggi utilizziamo?
Facciamo riferimento proprio all’uomo, la cui potenza media, sotto sforzo protratto, è di un decimo di cavallo, pari a circa 75 Watt, ovvero la potenza assorbita da una lampadina tradizionale di media potenza.
Per azionare un moderno ferro da stiro di 1000 Watt (W) si dovrebbe impiegare l’energia di almeno 13 uomini; andare in giro con una vettura di media potenza (70 CV) è come farsi scorazzare da una portantina sorretta da 700 schiavi. Una cosa impensabile persino per il più folle e megalomane degli imperatori romani.

L’importanza dell’energia in una società moderna
Fu l’introduzione del cavallo, al traino dei carrelli prima spinti dall’uomo, nelle miniere inglesi di carbone, che, aumentando la produttività per addetto e di conseguenza riducendo i costi del chilogrammo di carbone, rese possibile la prima rivoluzione industriale, consentendo l’impiego e la diffusione delle prime macchine termiche negli opifici.
 

Il lavoro meccanico a costi competitivi che si sommava a quello manuale dell’uomo consentiva di accrescere la produzione di beni ed i consumi, di produrre maggiore ricchezza con beneficio di tutti, anche se all’epoca si organizzò un movimento tipo "no global" che si opponeva alla diffusione delle macchine, divenuto famoso con il nome di luddismo.

RISORSE NATURALI DI COMBUSTIBILI

 

Fonte___________________________ anni

 

Petrolio___________________________ 40

Gas______________________________ 50

Carbone _________________________200

Uranio ___________________________200

Lignite ___________________________300

Uranio in surgeneratori ___________20.000

Uranio e torio in surgeneratori _____infinito

Per quanto concerne le riserve stimate di combustibili fossili, va fatto presente che lo sfruttamento di riserve non convenzionali di combustibili fossili (giacimenti dei fondi oceanici, scisti bituminosi, idrati di metano) potrebbe elevare di diverse centinaia d’anni l’attuale disponibilità dalle riserve convenzionali, anche se va detto che lo sfruttamento dei giacimenti non convenzionali pone problemi severi sia di carattere ambientale che di costi.

Quanto all’uranio, questo elemento può estrarsi, ma ad un costo sino a 10 volte quello attuale d’estrazione, da giacimenti convenzionali, anche dall’acqua marina che ne contiene in concentrazioni di circa 3 ppb (parti per miliardo). C’è però da notare che l’impiego di reattori di nuova generazione porterà la durata delle riserve d’uranio a 20.000 anni.

Le risorse naturali d’Uranio

Le riserve accertate d’Uranio sono oggi più ricche in potenzialità energetica di quelle petrolifere, benché siano state finora meno investigate. I Giapponesi studiano l’estrazione dall’acqua del mare... cosa possibile e che darebbe accesso a quantità ancora più significative, ma con un prezzo del kg di Uranio molto più elevato dell’attuale.

In certe regioni si trova Uranio nel minerale in natura fino al 50% di purezza (per esempio Cigar lake in Canada).

Si dimostra che al raddoppio dei prezzi dei vari combustibili risulterebbe che l’aumento percentuale del prezzo del kWe (chilowatt elettrico) prodotto è pari a:

Nucleare 9%
Carbone 31%
Gas 66%

 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares