"(.. .)un Paese che non riesce a guardare avanti, perché resta prigioniero del proprio passato, (...)" /> "(.. .)un Paese che non riesce a guardare avanti, perché resta prigioniero del proprio passato, (...)" />

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > 12 dicembre 1969 - Il giorno dell’innocenza perduta

12 dicembre 1969 - Il giorno dell’innocenza perduta

12.12.1969 - 12.12.2009. Una strage di Stato. 40 anni di oblio.

v class="description">"(.. .)un Paese che non riesce a guardare avanti, perché resta prigioniero del proprio passato, dividendosi aspramente sull’interpretazione degli ultimi 50 anni di storia. Dandone spesso letture così contrapposte da essere quasi caricaturali, nella loro speculare faziosità. E chi prova a fare operazioni di verità, in un campo come nell’altro, resta sostanzialmente isolato" (G. Pellegrino, La guerra civile).

 
Il CESINT (www.cesint.org), in collaborazione con la Provincia di Roma, il Municipio Roma 6, la Casa del Cinema e Rai Teche propone un evento in occasione della giornata del 12 dicembre 2009 quando cadrà il 40ennale dalla Strage di Piazza Fontana (Milano, 12.12.1969) e degli attentati di Roma. Il progetto parte dalla necessità di tenere vivo il ricordo della strage e del periodo della cosiddetta “strategia della tensione”. L’intenzione è quella di fare del 12 dicembre il Giorno della Memoria proprio in un momento in cui, da molte parti, giungono avvisaglie di revisionismo ed abuso pubblico della storia.

L’evento si dipanerà fra incontri, dibattiti e proiezioni di film e cortometraggi in una “maratona”, dalle ore 15 fino alle 22, presso La Casa del Cinema (constatata l’idisponibilità del Nuovo Cinema Aquila nel Municipio Roma 6, abbiamo scelto una location altrettanto prestigiosa come La Casa del Cinema) sul cui palcoscenico si alterneranno magistrati, giornalisti, familiari delle vittime, artisti, testimonial, politici e cittadini sotto la regia del CESINT (il Centro Studi Strategici Internazionali condotto da Gianni Cipriani). A tal fine hanno già aderito, tra gli altri:

Roberta Serdoz (giornalista)
Elisabetta Margonari (giornalista)
Massimo Caviglia (giornalista)
Marco Spagnoli (critico cinematografico)
Riccardo Tozzi (produttore cinematografico)
Andrea Occhipinti (produttore cinematografico)
Enzo Porcelli (produttore cinematografico)
Renzo Rossellini (produttore cinematografico)
Luciano Sovena (A.D. Cinecittà Luce)
Giuseppe Narducci (magistrato)
Sergio Flamigni (storico e scrittore)
Antonino Intelisano (magistrato)
Oliviero Bergamini (giornalista)
Daniele Biacchessi (giornalista e attore)
Giovanni Fasanella (storico e scrittore)
Giulio Pelonzi (V.pres. Commissione Cultura Roma)
Nicola Zingaretti (Presidente Provincia di Roma)

Roberto Gualtieri (V.pres. Istituto Gramsci ed Eurodeputato)
Giammarco Palmieri (Presidente Municipio Roma 6)
Rosa Calipari (Deputato)
Silvio Di Francia (Giornalista)
Giuliana Sgrena (Giornalista)
Vauro (giornalista e vignettista)
Vincino (giornalista e vignettista)
Johnny Palomba (attore)
Gianni Minà (gironalista)
Pina Maturani (Presidente Consiglio Provinciale di Roma)
Serena Visintin (assessore legalità provincia Roma)
Marcella Lucidi (ex sottosegretario Min.Interno)
Tiziana Biolghini (delegta politiche handicap provincia Roma)
Marco Miccoli (Consigliere provinciale Roma)
Michele Placido (attore)
Davide Riondino (attore)

Avremo la proiezione de "La notte della Repubblica" di Sergio Zavoli grazie al contributo di RAI Teche.

A seguire una tavola rotonda dal titolo "Cinema e Terrorismo" ed un’altra tavola rotonda dal titolo "Legalità e Memoria".

A condurre la serata saranno Roberta Serdoz e Elisabetta Margonari, mentre siamo ancora in attesa delle adesioni di molti altri artisti.

Sarà quindi una giornata di testimonianze, letture, proiezioni, dibattiti, recitazione e molto altro. Nel progetto sono coinvolti anche RAI3, SKY, Radio Popolare, Radio Rai3 e la Regione Lazio.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.

    Autore

    Gianluca Santilli

    Romano, 44 anni, papà di Maria Vittoria e Francesca Romana. Ho vissuto a Roma dove ho studiato, presso il Liceo Sc."Cavanis". Dopo essermi arruolato nell’ Arma ho vissuto per molti anni in Toscana. Mi sono laureato in “Scienze dell’Amministrazione” presso l’Università di Siena. Ho conseguito un master in “Tecniche di Comunicazione” presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara. (...)

    Sito: Il blog di Gianluca Santilli


    Profilo personale

    Scrivi su AgoraVox !


    Ultimi articoli dell’autore

    Tutti gli articoli dell’autore

    Articoli correlati

    Società
    Tutti gli articoli di questa rubrica



    Palmares


    Articoli più letti

    1. Autunno caldo globale. Venti di rivolta a Bagdad, Santiago, Caracas, Hong Kong, Barcellona, Beirut, Parigi, il Cairo?
    2. Usa, operatore umanitario rischia 10 anni di carcere per aver aiutato due migranti
    3. Bolivia: come funziona la “character assassination” dei leader latinoamericani
    4. Sondaggi politici Ixè: si rafforza la Lega
    5. Ilva. Meloni invoca l’Europa: siamo sovrani, aiutateci
    6. Assange in tribunale – Craig Murray
    7. Contro l’epidemia da oppiacei servono meno prescrizioni e più prevenzione
    8. Russia, condannato a 12 anni difensore dei diritti umani della Crimea
    9. Dalla Russia a Capri la scommessa imprenditoriale di Leysan
    10. Decreto sicurezza: la Cassazione a sezioni unite boccia l’interpretazione