• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > 16 maggio: in memoria di Salvatore (Turiddu) Carnevale

16 maggio: in memoria di Salvatore (Turiddu) Carnevale

Bracciante e sindacalista, ucciso a Sciara ( Palermo), trentunenne, dalla mafia. Ricorre il 64° anniversario

…….Per Turiddu Carnivali
piange la madre
e piangono tutti i poveri della Sicilia
perché Turiddu Carnivali
morì ammazzato
per difendere il pane dei poveri………….

Così “recita” un brano della sublime presentazione del cantastorie siciliano Ciccio Busacca della poesia composta dal cantore siciliano Ignazio Buttitta in memoria del bracciante e sindacalista Salvatore Carnevale ucciso dalla mafia a Sciara il 16 maggio 1955. Ignazio Buttitta aedo del riscatto dei miseri e delle lotte di liberazione dalla fame e dallo sfruttamento dei contadini siciliani, iniziate nella seconda parte degli anni quaranta del novecento. La resistenza degli “ultimi” contro il latifondismo della “nobiltà” che si arricchiva con il sudore degli sfruttati e della mafia braccio armato.

Un verso  universale, che non conosce frontiere, latitudini e colori della pelle. Valido sempre, ieri come oggi. “ Canta” e scandisce le lotte e il sacrificio dei ribelli, i morti di fame, contro lo strapotere dei potenti. 

 

prima versione ( nel canto)

E’ arrivato Cicciu Busacca

per farvi sentire la storia

di Turiddu Carnevali

lu socialista che morì a Sciara

ammazzato dalla mafia

Ppi Turiddu Carnevali

chianci so’ matri

e chiancinu tutti li puvureddi nella Sicilia

perché Turiddu Carnivali

murì ammazzatu

ppe difendere lu pane de li puvureddi

Ed ora

sèntiri

perché c’è di sentiri

nella storia

di Turiddu Carnevali

La storia vi dici:

 

seconda versione ( prologo della poesia “ Lamentu pi Turiddu Carnevali” di Ignazio Buttitta nel libro “ Il poeta in piazza” ( ed. Feltrinelli 1974)  –

E’ arrivato il cantastorie Ciccio Busacca

per farvi sentire il lamento

per la morte di Turiddu Carnevali,

il picciotto socialista, ammazzato dalla mafia.

Ammazzato perché lottava per dare pane e lavoro,

ai braccianti del suo paese,

che mon hanno un palmo di terra

e vivono nella miseria.

A Sciara si piange:

la madre aha perduto l’unico figlio,

 i braccianti la bandiera di combattimento.

Sentite, c’è da sentire in questo lamento:

c’è il cuore spaccato dei poveri.

 

Lamentu pi la morti di Turiddu Carnivali - Ciccio Busacca

****

Una versione di grande impegno sociale della cantautrice siciliana:

Matilde Politi-Lamento per la morte di Turiddu Carnivali

 

 Lettera di Memoria e Libertà

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità